Unicredit, Mustier interviene nel procedimento Antitrust su Ubi-Intesa

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 25 Maggio 2020 | 11:02

Un’entrata all’ultimo minuto quella di Unicredit, che venerdì 22 maggio, a quanto riporta il Sole 24 Ore, ha fatto pervenire all’Authority garante della concorrenza e del mercato la richiesta di partecipazione all’istruttoria in merito alla fusione tra Ubi Banca e Intesa Sanpaolo. La domanda è stata accolta, al pari di quelle pervenute da Bper, Cattolica Assicurazioni e dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia.

Anche se l’Istituto di piazza Gae Aulenti non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali sulle motivazioni che l’hanno spinto a intervenire, è importante ricordare come tale operazione sia in grado di mettere fine alla “sostanziale simmetria” tra i due big del credito, Intesa e Unicredit, come ha avvertito l’Antitrust, presieduta da Roberto Rustichelli, sottolineando così i possibili rischi per la concorrenza della concentrazione.

Ad ogni modo Mustier potrà dire la sua, dato che i soggetti ammessi a partecipare all’istruttoria hanno facoltà di presentare memorie e altro e di fare accesso agli atti (art. 7, comma 2). Per prassi hanno anche facoltà di essere sentiti dalla Direzione e di partecipare all’audizione finale con il Collegio. Secondo queste indicazioni fornite dall’Antitrust il procedimento si chiuderà entro fine luglio, dopo aver raccolto il parere dell’Ivass.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Ubi, Mustier: “Tre banche forti sarebbero state meglio di due”

Intesa-Ubi, missione compiuta per Messina

Intesa-Ubi, via libera anche dall’Antitrust

NEWSLETTER
Iscriviti
X