Consulenti, un moto perpetuo per la crescita

A
A
A
Avatar di Redazione 4 Giugno 2020 | 12:02
Negli ultimi dodici anni il valore aggiunto per occupato, in Italia, è calato di 13 mila euro. Non è così, però, per il settore dei servizi finanziari e assicurativi.

Il valore aggiunto per occupato, per chi lavora nelle attività finanziarie e assicurative, è stato in media di 130.075 euro (+12% rispetto al 2007, anno precedente alla grande crisi del decennio passato). Di questa categoria fanno parte a pieno titolo anche i consulenti finanziari che, a quanto emerge dai numeri dell’Osservatorio del Consiglio e della Fondazione nazionale dei Commercialisti, potrebbero essere tra i pochi liberi professionisti a essere usciti rafforzati dalla grande crisi del 2008. Il valore aggiunto per occupato è un indicatore che consente di valutare la produttività del lavoro nel sistema economico, dato un certo ammontare di beni capitali. È considerato una delle più importanti misure della produttività di un Paese ed è uno dei principali indicatori utilizzati nei modelli di crescita economica.

Il quadro generale, però, non è dei più confortanti perché, prosegue lo studio, negli ultimi dodici anni in Italia oltre 13 mila euro per occupato sono stati lasciati per strada. I liberi professionisti, in particolare, sono il comparto economico più colpito dalla crisi economica del 2008 con un calo di produttività di oltre il -20% a fronte di una media nazionale che ha perso 2.384euro con una flessione della produttività del -3,8%. Mentre nell’economia generale cresceva la disoccupazione, le fila dei liberi professionisti si ingrossavano di anno in anno fino a raggiungere nel 2019 una crescita esponenziale rispetto al 2007: +28%. Nello stesso periodo, nell’intera economia, l’occupazione complessiva aumentava appena del 2% e tra gli indipendenti diminuiva addirittura dell’11%. L’offerta di lavoro libero professionale è cresciuta a un ritmo decisamente superiore a quello della produzione determinando così un repentino crollo della produttività individuale.

Questo vale per diversi settori, che hanno avuto un crollo del valore aggiunto per occupato: dalle costruzioni (-18.9%), a quello dei trasporti (-10,4%), dai servizi di alloggio e ristorazione (-19,3%), fino alle attività professionali, scientifiche e tecniche, amministrative e servizi di supporto (-21,5%) e molti altri ancora. Si salva, come si accennava in apertura, il settore delle attività finanziarie e assicurative dove operano i consulenti. E, visto i brillanti dati di raccolta degli ultimi mesi nonostante la pandemia, non è difficile credere come questa categoria professionale possa costituire un motore per mettere a frutto il risparmio degli italiani, stimolando in questo modo la ripresa di tutto il mondo del lavoro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti, ecco chi ha salvato il patrimonio (e chi no) durante la crisi sanitaria

Consulenti e grandi portafogli, storie di insolita normalità

Bluerating Awards 2020, tutti i premiati categoria per categoria

Doris (B.Mediolanum): 60mila euro per risvegliare i Pir

Consulenti, i consigli d’oro per scrivere sui social

Consulenti, ottobre è il mese per farvi conoscere

Consulenti, come e perchè curare immagine e reputazione

Consulenti: basta chiacchere, ora serve un contratto nazionale

Consulenti, tra attivo e passivo ecco cosa e quando conviene

Consulenti, ecco le migliori e le peggiori asset class del 2020

Consulenti, dove si può scovare il valore sull’obbligazionario

Consulenti, quanto risparmio sprecato (e quante perdite nascoste)

Consulenti, i segreti per rimanere sempre al top

Consulenti, ecco il metodo per superare l’esame

Consulenti, quanti soldi con la green economy

Reti, è aperta la caccia al bancario scontento

Consulenti, in bilico tra risiko bancario e nuova concorrenza

Consulenti, quanta rabbia contro i manager

Consulenti e truffa dei Bitcoin, cosa dire ai clienti

Consulenti, tre consigli per delegare con successo

Consulenti, lunga vita al manager di rete

Consulenti, ecco le paure dei clienti ai raggi X

Consulenti, che errori sugli indipendenti

Consulenti, lo scoglio dei finanziamenti

AAA cercasi consulente per risparmio ingente

Consulenti, le novità di Whatsapp Business possono esservi utili

Consulenti e Facebook, differenze tra profilo e pagina professionale

Consulenti e risparmio, l’antidoto contro la paura

Consulenti, cosa succede ai clienti se l’Scf viene radiata

Consulenti timidoni, tre regole per fare rete

Consulenti, la scadenza Irpef slitta al 20 luglio

Consulenti, tre consigli per trovare clienti sui social

Consulenti, 11 lezioni di finanza spicciola – Il mistero del denaro

NEWSLETTER
Iscriviti
X