Banca Generali, raccolta ancora sugli scudi

A
A
A
di Redazione 11 Giugno 2020 | 15:32

Rimane saldamente in positivo la raccolta di Banca Generali. Dopo i 408 milioni di aprile, la raccolta netta totale della realtà guidata dall’ad e dg Gian Maria Mossa a maggio è stata pari a €405 milioni confermando la solidità dei mesi precedenti e portando il totale da inizio anno a oltre €2,3 miliardi.

La raccolta del mese ha confermato il trend di riqualificazione della liquidità già avviato nel mese scorso a vantaggio sia delle soluzioni gestite, sia di quelle amministrate. Tra le prime si conferma la crescita della SICAV lussemburghese LUX IM (€105 milioni nel mese, €946 milioni da inizio anno) e un aumento dei flussi delle soluzioni assicurative che da sempre rappresentano un punto di riferimento per la clientela private nei momenti di maggiore incertezza dei mercati (€121 milioni nel mese, €284 milioni da inizio anno). Nello specifico, la raccolta nei contenitori assicurativi (BG Stile Libero e LUX Protection Life) si conferma predominante con €275 milioni da inizio anno. Nel corso di maggio si è registrato poi un forte impulso delle soluzioni amministrate, tra cui le cartolarizzazioni e i certificates (€73 milioni nel mese e €470 milioni da inizio anno). Questa dinamica è stata accompagnata da uno sviluppo della domanda di consulenza evoluta (BGPA) che ha portato gli assets a €4,9 miliardi con un incremento di quasi €100 milioni nel mese.

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Un altro mese molto solido con un mix di raccolta che evidenza la forza della nostra gamma in termini di diversificazione e possibilità di personalizzazione. L’ampiezza della rosa d’offerta tra Sicav, assicurativo e mondo dell’amministrato, con il valore aggiunto della nostra consulenza evoluta, consentono di rispondere al meglio alle diverse esigenze della clientela. Le competenze nell’analisi del rischio e l’innovazione nello sviluppo di soluzioni sempre più decorrelate dai mercati, come le cartolarizzazioni a sostegno delle pmi e dell’economia reale, sono elementi distintivi che le famiglie e i professionisti d’esperienza ci riconoscono e che vogliamo continuare a sviluppare per proseguire nel nostro percorso di crescita sostenibile. Nonostante le incognite sulla congiuntura il nostro posizionamento e l’entità della domanda ci fanno guardare con fiducia ai prossimi mesi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, un decano di Banca Generali per il wealth management

Banca Generali, la raccolta supera quota 3 miliardi

Banca Generali e Catalyst, l’unione fa la forza nei private market

NEWSLETTER
Iscriviti
X