Sgr e banche, quante sanzioni dalla Consob

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 17 Giugno 2020 | 10:20
Nella relazione dell’authority di vigilanza, i numeri su ispezioni, controlli e sanzioni. Nel mirino anche una grande sgr-rete, che distribuisce prodotti attraverso i suoi consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede.

Una sgr-rete di grandi dimensioni che distribuisce direttamente propri prodotti e servizi tramite di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. È uno dei soggetti (il cui nome non viene specificato) che nel 2019 è finito nel mirino degli ispettori della Consob. A dirlo è l’ultima Relazione annuale dell’authority che vigila sui mercati finanziari, illustrata dal presidente Paolo Savona (vedi notizia). Un parte della Relazione, come sempre, è dedicata alle attività ispettive, che riguardano le  banche e gli intermediari mentre va ricordato che la vigilanza sui consulenti finanziari è finita da fine 2019 in capo all’Ocf, l’organismo di tenuta dell’Albo.

Nella relazione della Consob ci sono comunque alcune informazioni che interessano il mondo dei finacial advisor, come appunto i controlli eseguiti nei confronti delle Sgr-reti, società che gestiscono fondi ma che hanno anche una loro rete di financial sdvisor, su cui la Consob ha intenzione di mantenere i riflettori, come già aveva specificato nella relazione dello scorso anno (si veda qui l’articolo di Bluerating). All’authority presieduta da Paolo Savona spetta anche la vigilanza di secondo livello sull’Ocf che è un organismo di diritto privato, incaricato però di svolgere funzioni pubbliche

Nel 2019, per esempio,  la Consob  ha assunto 3 decisioni su  reclami contro provvedimenti adottati dall’Ocf. Nello specifico, l’authority ha ritenuto fondato un reclamo contro  il diniego di iscrizione all’Albo e ha invece valutato non fondato un reclamo contro il provvedimento dell’Ocf di cancellazione di un iscritto per perdita del requisito di onorabilità.

Sempre per quanto riguarda la vigilanza, dalla Relazione della Consob sul 2019 risultano 6 intermediari coinvolti: nessuna sim, 4 banche e 2 sgr , per un totale di 30 loro manager coinvolti. Nel 2018 le sanzioni avevano coinvolto più soggetti (13 min tutto, tra cui 9 banche, 2 sim e 2 sgr). Nel 2019, il valore complessivo delle “ammende” inflitte dalla Consob agli intermediari è stato di 1,6 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti SRI e digitale, questi trend sconosciuti (in Italia)

Consulenza, crescita in doppia cifra con la pandemia

Truffe, i consigli di Consob per non finire come Conte

NEWSLETTER
Iscriviti
X