Consulenti, quella forza inespressa

A
A
A
Avatar di Redazione 19 Giugno 2020 | 10:27

A cura di Maria Grazia Rinaldi.

Quante volte nella vita abbiamo pensato di non farcela più. Eppure c’è una grande forza, la forza di volontà, che può aiutarci a superare qualsiasi ostacolo e difficoltà. Quando pensiamo di mollare è proprio quello il momento invece in cui dobbiamo perseverare. Lasciare che le emozioni prendano il sopravvento è un errore che potrebbe avere come conseguenza una resa incondizionata. È proprio nei momenti di sconforto e di fatica che non dobbiamo mollare. Lamentarsi in continuazione ci fa diventare vittime dell’evento. L’evento non va subìto ma piuttosto gestito. Lo so che a volte è dura. Ci sono situazioni davvero insostenibili, eppure è proprio quando stiamo perdendo la speranza che dobbiamo combattere e far uscire l’eroe che è in ciascuno di noi.

Mollare o lottare
È molto più facile mollare che lottare. È proprio nelle difficoltà invece che dobbiamo avere fiducia in noi stessi. Siamo nati per aver successo e a volte non riusciamo a viverlo perché siamo noi stessi a porre dei limiti. Solo chi ha fiducia in se stesso, conoscendo i propri limiti e le proprie potenzialità, riesce a trasformare un problema in un’opportunità. Bisogna mettersi in gioco, sempre. In alcuni casi, la difficoltà arriva proprio perché ci viene donata la possibilità di reinventarci. Proviamo a vivere il dolore, un problema, una delusione come un’opportunità per metterci alla prova. Forse questo potrebbe essere un modo per superare un limite che ci portiamo dietro da tempo. Stupiamoci rispetto a quello che siamo in grado di fare. Se io oggi vi chiedessi che immagine avete di voi stessi, cosa rispondereste? Non rispondete a me, ma a voi stessi. Quanto più sarete sinceri con voi stessi, tanto più utile vi sarà la risposta. A volte il problema è molto più grande nella nostra mente rispetto a quello che è poi nella realtà. È una questione di percezione. Se non avessimo paura davanti a un problema come agiremmo? Quanto ci sentiremmo carichi e pronti ad affrontarlo? Proviamo a cogliere il significato profondo della nostra paura cercando di capire cosa ci vuole insegnare.

Coscienza del valore
Impariamo a comprendere la paura, non combattiamola ma conosciamola. Più la rifiuteremo più avremo paura della nostra paura. La conoscenza di se stessi è un modo per affrontare le nostre paure. È importante nelle difficoltà prendere coscienza del nostro valore, considerare che abbiamo tutte le risorse per fronteggiare ogni problema. A volte un problema ci aiuta e ci costringe a uscire dalla zona di comfort. Per uscire dalla zona di comfort occorre confrontarsi con la fatica, con i sacrifici, con il sudore. È stato studiato che proprio quando pensiamo di non farcela più, abbiamo da sfruttare ancora il 60% del nostro potenziale. E allora cosa ci blocca? E cosa possiamo fare davanti ad un problema? La prima cosa che possiamo fare è cambiare la prospettiva attraverso il linguaggio, anziché dire: “Non ce la posso fare” affermare: “Cosa posso fare di più per riuscire?”. Il pensiero positivo ci può aiutare a guardare allo stesso evento con occhi nuovi. È ormai assodato che dipende da noi come guardiamo la realtà. La realtà è sempre filtrata dal nostro punto di vista: dalla fiducia che abbiamo in noi stessi, dalla nostra autostima, dai nostri valori. I ricercatori della Canterbury Christ Church University in Gran Bretagna hanno dimostrato, attraverso il seguente esperimento, che il modo in cui pensiamo incide sul successo o meno. L’esperimento consisteva nel somministrare ad alcuni ciclisti delle dosi di caffeina prima di una serie di prove a tempo, ma non veniva dichiarata loro la quantità della dose. I ciclisti che credevano di aver ricevuto una dose moderata sono stati più veloci dell’1,3%. Quelli che pensavano di aver assunto una dose elevata erano più veloci del 3,1%. E quelli che credevano di aver preso una dose placebo erano dell’1,4% più lenti. Di fatto tutti avevano preso invece una dose placebo. Le differenze nelle prestazioni, non sono basate solo sulla preparazione fisica e sul talento, ma sono dovute principalmente alle convinzioni mentali. Tutto questo per dire che è davvero una questione di percezione. Se prendiamo coscienza che siamo molto di più di quello che pensiamo di essere, possiamo fare molto di piu di quello che già facciamo. Ricordiamoci sempre nelle difficoltà che: “Dietro ogni problema c’è un’opportunità” (Galileo Galilei).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Copernico sim, la quotazione sarà un volano per i cf

Un vero e proprio volano per la consulenza. E’ questo, nelle parole di Gianluca Scelzo, consig ...

Coronavirus, l’appello di Federpromm a Gualtieri

Dopo l’intervento dell’Oam a favore degli agenti finanziari, Federpromm ha inviato una nota ...

Consulenza, ecco le reti che puntano sul fee only

L’inserto Plus24 del Sole24Ore passa in rassegna l’offerta delle società che propongono un serv ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X