Reti, maggio ricco mi ci ficco

A
A
A
Avatar di Redazione 30 Giugno 2020 | 12:03

Prosegue lungo sentieri virtuosi il percorso dell’industria delle reti. Dopo i 3,2 miliardi di apporti di aprile, a maggio i dati rilevati da Assoreti indicano una raccolta netta positiva per le reti dei consulenti finanziari pari a circa 4,0 miliardi di euro; i volumi di raccolta realizzati nel mese aumentano del 28,1% in termini congiunturali e del 47,6% in termini tendenziali. Si consolida il processo di investimento sui prodotti del risparmio gestito, sui quali confluiscono risorse nette pari a 2,8 miliardi di euro (-4,0% su aprile 2020; +612,2% su maggio 2019); la componente amministrata registra, invece, un saldo complessivo delle movimentazioni pari a 1,2 miliardi di euro (+430,7% su aprile 2020; -47,2% su maggio 2019), tra investimenti netti positivi in strumenti finanziari e deflussi di risorse da conti correnti e depositi. Nell’ambito del risparmio gestito, i volumi netti di raccolta si concentrano sui fondi comuni di investimento, raggiungendo 1,5 miliardi di euro (-24,4% su aprile 2020) e rappresentando più della metà delle risorse nette destinate al comparto; le scelte di investimento privilegiano le gestioni collettive aperte di diritto estero (1,4 miliardi di euro), e più in particolare i fondi azionari (1,2 miliardi). I premi netti versati sui prodotti assicurativi ammontano a 818 milioni di euro (+32,5%); il 69,5% delle risorse nette è investito nelle polizze a maggiore contenuto finanziario, con una più decisa preferenza nei confronti delle unit linked (415 milioni) rispetto ai prodotti multiramo (154 milioni), mentre la raccolta netta sulle polizze vita tradizionali raggiunge i 249 milioni. Positivo ed in crescita anche il bilancio mensile delle gestioni patrimoniali individuali, pari a 434 milioni (+58,5%); si conferma la maggiore concentrazione delle risorse sulle GPF, con volumi netti per 362 milioni. Il contributo mensile delle reti al sistema di OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, risulta, quindi, positivo per circa 2,4 miliardi di euro, rappresentando l’81,7% della raccolta netta dell’intero sistema fondi aperti (2,9 miliardi di euro). Da inizio anno l’apporto sale, così, a 4,7 miliardi di euro, mentre l’intero sistema registra deflussi per circa 3,5 miliardi di euro. Gli investimenti netti sugli strumenti finanziari amministrati raggiungono i 2,3 miliardi di euro (+32,3%): in evidenza l’importante contributo al collocamento dei BTP Italia e la conferma della tendenza all’investimento in titoli azionari, certificates ed exchange traded product, seppure con volumi più contenuti. Prosegue il processo di riallocazione della liquidità: i deflussi dai conti correnti e depositi superano di poco 1 miliardo di euro.

Paolo Molesini, Presidente dell’Associazione, ha commentato: “I nostri consulenti finanziari stanno accompagnando milioni di clienti con professionalità, competenza e anche sensibilità, gestendone l’emotività e mostrando prospettive di più lungo periodo, che vanno aldilà degli attuali scenari, con una programmazione attenta e individuale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Enasarco, parte la maratona elettorale

Si svolgerà dal 13 gennaio al 16 aprile 2020 la campagna relativa alle prossime elezioni per il rin ...

Fideuram, i top manager mettono mano al bonus contro il virus

Il ceo del gruppo Carlo Messina e i suoi 21 dirigenti apicali rinunceranno a 6 milioni del loro bonu ...

Consultinvest, task force dei consulenti contro il coronavirus

Domenico Loizzi, head of business development di Consultinvest Investimenti SIM, chiama a raccolta i ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X