Anasf, le prime parole del nuovo presidente Luigi Conte

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 1 Luglio 2020 | 19:52

Eletto all’unanimità, Luigi Conte oggi è stato nominato nuovo presidente Anasf.

Dopo aver ringraziato i colleghi ed espresso la sua stima per il presidente uscente Maurizio Bufi, Conte, nel primo discorso davanti alla stampa, ammette le nuove sfide che attendono Anasf, sia come associazione sia come categoria professionale e sottolinea la necessità di “diventare sempre di più un punto di riferimento per i consulenti finanziari, ma in generale di riuscire a fare sistema all’interno del settore, ovvero riuscire a creare le condizioni per interagire nell’ambito di tutte quelle dinamiche che si vengono a creare. Interagire significa essere protagonisti, ma anche mettere in crisi il sistema stesso nella sua complessità al fine di stimolare le decisioni, le scelte”.

Sin dalle prime parole si nota come il punto focale della nuova realtà associativa sia “l’idea del fare”, del rendere concrete tutte quelle idee che spesso, per vari motivi, rimangono chiusi nel cassetto delle opportunità mancate. “Il nostro impegno sarà quello di essere un’associazione estremamente attiva che cercherà di coinvolgere quanti più soci possibili” – afferma Conte che aggiunge – “Vogliamo portare avanti un Anasf sempre più ampia nella partecipazione, che sia uno stimolo anche per tutti quei colleghi che non sono soci, ma la cui voce è ugualmente importante e che in questo modo troveranno sempre la porta aperta. Un Anasf che si basi sul gioco di squadra.” Ed è così che Luigi Conte si vede, come un allenatore/giocatore di una squadra composta da molti talenti, da tanti che hanno volontà di fare il loro lavoro al meglio, da molti giovani, da molte donne…”.

E arriva il momento delle domande. La prima riguarda il rapporto tra consulenti autonomi e consulenti abilitati all’offerta fuori sede, che durante la presidenza Bufi si è voluto trovare un punto di incontro, un dialogo costruttivo. “Dal mio punto di vista non si può parlare di fazioni, ma di canali diversi mediante i quali il mondo della consulenza finanziaria si manifesta. E credo che questo sia anche un modo per arricchire il valore del settore professionale.” sostiene deciso Conte.

Non poteva mancare la domanda sul Coronavirus, e Conte ritiene che questo periodo, al netto di tutto il disastro che ha causato, “debba essere visto come un’incredibile opportunità.” Grazie all’emergenza ci siamo resi conto di quali e quanti strumenti avremmo potuto utilizzare anche in tempi non sospetti per migliorare il nostro modo di lavorare e di gestire il tempo. Questa presa di coscienza, secondo il neo presidente, non verrà accantonata facilmente, ma al contrario permetterà di meglio implementare delle strategie per lavorare in modo più efficace ed efficiente.

Queste sono solo alcune delle premesse che Luigi Conte ha voluto trasmettere in merito al suo programma e al suo operato. Premesse che ci appaiono inevitabilmente buone, chiare, innovative, necessarie.

Siamo curiosi e interessati di vedere come molte proposte verranno realizzate, ma per oggi ci limitiamo ad augurare il nostro più grande in bocca al lupo al nuovo Presidente.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia21, aperte le iscrizioni per l’appuntamento di maggio

Anasf, i prossimi webinar arrivano in Trentino Alto Adige e Abruzzo

ConsulenTia21 “Quando l’energia incontra il futuro”: il resoconto LIVE di Bluerating

NEWSLETTER
Iscriviti
X