Consulenti, quanta rabbia contro i manager

A
A
A
Avatar di Redazione 17 Luglio 2020 | 10:52

Lode al manager di rete? Neanche per sogno, almeno secondo alcuni consulenti finanziari. Nei giorni scorsi, Bluerating ha pubblicato un articolo a firma di Nicola Ronchetti, il quale sottolineava come durante il lockdown i manager di rete abbiano dato prova di grande valore, essendo riusciti a sostenere il lavoro dei loro consulenti pur nelle difficoltà (leggi qui l’articolo). Dai nostri lettori, tuttavia, sono arrivate alcuni commenti non proprio lusinghieri riguardo la figura del manager di rete.

Un lettore, che si firma “Un consulente”, ha scritto che queste figure professionali servono solo “a far pagare più commissioni ai clienti e a far guadagnare meno ai consulenti, quelli che ci mettono piedi, testa e faccia”.

Elena, invece, propone una lettura meno tranchant, pur avanzando alcune critiche a come sono organizzate le reti di consulenti al giorno d’oggi: “In una professione evoluta che aspira ad essere principalmente consulenziale e con una seniority avanzata”, scrive, “pensare ancora ad un modello organizzativo stile 80/90 da multilevel è non solo anacronistico ma offensivo per gli stessi consulenti”. La nostra lettrice poi affonda il colpo ancora sullo stipendio, a suo dire eccessivo, assegnato ai manager di rete: “Si parte con over che possono superare per piccoli distretti anche i 100 mila euro, per una figura le cui competenze sono alquanto fumose ed altrettanto le sue funzioni. In alcuni casi, spesso solo meri esecutori di indirizzi commerciali aziendali con lo specifico compito personale di salvaguardare rendita di posizione”.

Si è accodata alle opinioni dei colleghi anche Eugenia, la quale ha commentato: “Confermo, ai promotori non servono, succhiano solo provvigioni riducendole ai promotori. Si occupino pure del reclutamento visto che sono strapagati e lavorano poche ore al giorno”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

5 commenti

  • Avatar Piero says:

    E noto da tanto che la figura del manager di rete si CF non serve, anzi è solo un pizzo che i CF devono subire, la rabbia poi mi sembra più nei vostri confronti, che come giornalisti di settore, ancora non lo avete capito,…oppure è una provocazione

  • Avatar Un altro consulente says:

    …continua

    ..tanto a pagare è il cliente da un punto di vista economico e il consulente da quello professionale.

    In tanti vorrebbero mettere mi piace e condividere questo articolo ma hanno paura di ritorsioni dei manager, che sostituiscono in quanto a pressioni commerciali i direttori e i capo area delle filiali tradizionali. Viva la disintermediazione! Fuori i manager!

  • Avatar Paolo says:

    Buonasera.
    Pienamente d’accordo con i miei colleghi: i manager di rete sono completamente inutili. Dovrebbero essere pochi, con specifiche competenze e, stipendiati dall’ azienda.
    Paolo.

  • Avatar Vanina says:

    Assurdo il vostro articolo sul ruolo dei manager di reti!

  • Avatar Luigi says:

    A parte il ruolo vecchio stampo dei manager che fungono da capo aria vendita di prodotti, senza dare alcun valore aggiunto, ci sarebbe bisogno di un cambio di ruolo e di contratto. Mi manager devono essere dipendenti della banca, visto che fanno i loro interessi, e non devono avere portafoglio. Si evitano così conflitti di interesse e si liberano risorse per i consulenti e per i clienti. Un beneficio importante in un’epoca di forte riduzione dei margini.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, il decreto Ristoro deve servire anche a voi

Consulenti: banche e mercati in crisi, cosa è differente questa volta

Consulenti, corso online su antiriciclaggio e finanziamento del terrorismo

Banca Generali: la consulenza è VIP

Mediobanca, l’utile quadruplica e la rete si rafforza

Banca Generali, due soluzioni per il Superbonus ai clienti

Consulenti, come scoprire se ti hanno hackerato

Consulente, se tu ti denunci io ti do in premio

Consulenti, nuova partnership tra Bancadvice.it e Fairvalyou

Consulente, ascolta il grande portafoglista: non scocciare il tuo cliente

Banca Generali, consulenti e dipendenti sono sempre al centro

Nuova rete, nuova forza: le prossime sfide di Lenti (Banca Generali)

Banca Mediolanum, anche Fedez sulla Lunghezza d’Onda di Flowe

Consulenza e passaggio generazionale: il patto di famiglia

Consulenti: i consigli d’autore di Marco, grande portafoglista

Reti, ecco chi ha salvato il patrimonio (e chi no) durante la crisi sanitaria

Consulenti e grandi portafogli, storie di insolita normalità

Bluerating Awards 2020, tutti i premiati categoria per categoria

Doris (B.Mediolanum): 60mila euro per risvegliare i Pir

Consulenti, i consigli d’oro per scrivere sui social

Consulenti, ottobre è il mese per farvi conoscere

Consulenti, come e perchè curare immagine e reputazione

Consulenti: basta chiacchere, ora serve un contratto nazionale

Consulenti, tra attivo e passivo ecco cosa e quando conviene

Consulenti, ecco le migliori e le peggiori asset class del 2020

Consulenti, dove si può scovare il valore sull’obbligazionario

Consulenti, quanto risparmio sprecato (e quante perdite nascoste)

Consulenti, i segreti per rimanere sempre al top

Consulenti, ecco il metodo per superare l’esame

Consulenti, quanti soldi con la green economy

Reti, è aperta la caccia al bancario scontento

Consulenti, in bilico tra risiko bancario e nuova concorrenza

Consulenti e truffa dei Bitcoin, cosa dire ai clienti

NEWSLETTER
Iscriviti
X