Il truffatore di Conte? Un ex Fideuram

A
A
A
di Andrea Giacobino 25 Agosto 2020 | 08:25
Bochicchio, gestore dell’inglese Kidman Am, è stato consulente finanziario iscritto all’albo fino a novembre scorso.

Il gestore Massimo Bochicchio, nato a Capua il 14 gennaio 1966, che si sarebbe reso colpevole di una truffa di 30 milioni di euro all’allenatore dell’Inter Antonio Contee ad altri “vip” italiani attraverso la sua società inglese Kidman Asset Management basata a Londra e costituita il 6 marzo 2019, è stato un consulente finanziario abilitato in Italia dove ha lavorato a lungo per Fideuram Ispb (Intesa Sanpaolo). Lo rivela una lettura della sua posizione nell’elenco degli iscritti all’Organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo dei consulenti finanziari. La posizione di Bochicchio come “consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede” risulta infatti cancellata dal 28 novembre scorso. Ma precedentemente il “truffatore” di Conte dal 18 febbraio del 1992 (con successive delibere Consob numeri 5993, 12045 e 15560) è stato iscritto all’albo, da cui recentemente si è cancellato, e risulta aver operato come cf per Fideuram Ispb dal 1992 a metà del 1999.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti