Banche, rivoluzione digitale

A
A
A
Daniel Settembre di Daniel Settembre 3 Settembre 2020 | 12:45

L’emergenza Covid-19 ha spinto i servizi Fintech delle banche italiane. Per effetto della pandemia e della limitazione negli spostamenti molte più persone e aziende hanno sfruttato i canali bancari digitali. Ad aprile 2020 sono cresciuti mediamente del 17% gli utenti unici consumer online delle banche rispetto allo stesso mese del 2019, mentre le transazioni online nel corso del mese hanno fatto registrare un 32% ed è esploso del 75% il numero di nuovi clienti acquisiti senza la necessità di una interazione fisica (con punte del 198%). Sono i risultati dell’indagine dell’Osservatorio Fintech & Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano per valutare la crescita dei canali bancari digitali tra aprile 2020 e aprile 2019 per l’impatto dell’emergenza sanitaria.

Fonti dirette
Una ricerca realizzata tramite fonti dirette di 51 istituti di credito rappresentativi del sistema bancario italiano che nel 2018 hanno servito complessivamente 63,7 milioni di clienti unici. Per le banche l’incremento di utenti online di marzo e aprile è stato impressionante, non paragonabile rispetto ai normali trend di crescita registrati nei periodi precedenti. Inoltre, l’indagine rileva la crescita dell’utilizzo da parte degli utenti del canale mobile. E gli ottimi risultati nell’acquisizione di clienti da parte di istituti che hanno realizzato promozioni online nelle prime settimane di lockdown. “L’emergenza Covid19 ha indubbiamente spinto il Fintech & Insurtech in Italia”, ha dichiarato Marco Giorgino, direttore scientifico dell’Osservatorio.

Eredità positiva
“Lato domanda, oltre all’importante crescita degli utenti consumer sui canali bancari digitali, si nota un incremento tra le aziende dei servizi di firma digitale, dei sistemi online per l’anticipo fattura o dei sistemi di pagamento digitale B2b. Ma gli incrementi sono ugualmente significativi sul lato dell’offerta: larga parte dei contratti negli ultimi due mesi sono stati sottoscritti in digitale e sembrano essersi allentati i vincoli della compliance che insieme alle linee di business si è trovata in prima fila a dover gestire l’emergenza per poter dare continuità ai servizi. Investimenti digitali prima “congelati” sono diventati prioritari. Ora è importante sfruttare questa eredità positiva per cogliere a pieno i benefici della rivoluzione digitale”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, il 30% dei dipendenti non serve più

Fineco, una proposta digitale da leccarsi i baffi

Bim, un incubo anche in Borsa

Banche, arriva la cura Gualtieri

Consulente, da quando c’è il Covid vali di più

IWBank PI, su LinkedIn un’ipotesi curiosa sul futuro

Mps, i fondi affilano le armi

Credem, un impegno per i diritti umani

Asset allocation, per le banche il rischio è stabile

Fineco, i magnifici 7 per il nord-est

Bnl Bnp Paribas LB, incetta di new entry dalle “rivali”

Widiba, due progetti per crescere a Milano

Consulenti: banche e mercati in crisi, cosa è differente questa volta

Intesa Sanpaolo, il nuovo modo di fare banca dopo il Covid

Credem e Cassa di Risparmio di Cento, la fusione è realtà

CheBanca!, alla filiale solo su appuntamento

Banche, il Covid farà qualche vittima

Widiba, un decano della consulenza rafforza la squadra abruzzese

Banche, la filiale non tira

Widiba, gli uffici cambiano faccia

Conti correnti, gli italiani si innamorano dell’online banking

Banche, Illimity ora è una Star

Banche, la mattanza delle filiali

Banche, ancora troppe poche donne ai vertici

Banche, ecco la top ten dell’Europa occidentale

Banche, condannati tre istituti dell’agrigentino

Banche, i big uniti in un’app

Banca Generali, la raccolta batte se stessa

Banca Generali, il “colpaccio” Lenti si presenta

Banca Generali, le commissioni sono un punto di forza

Widiba e l’architettura delle scelte

Banche dietro la lavagna: sanzioni quadruplicate nel 2019

Widiba, ecco la nuova certificazione per i consulenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X