Parità di genere, Banca Generali batte i concorrenti

A
A
A
Avatar di Redazione 17 Settembre 2020 | 11:22
Indagine dell’istituto tedesco Qualità e Finanza: in Italia la società guidata da Gian Maria Mossa è tra le migliori realtà per l’uguaglianza tra i due sessi (prima tra le aziende finanziarie)

Banca Generali tra le prime società nel mondo finanziario anche per parità di genere. Secondo l’ultima indagine condotta dall’istituto tedesco qualità e finanza, intitolata “Italy’s Best Employers for Women”, nel Belpaese la banca private fa parte del gruppo di 51 imprese che ottengono punteggio pieno. In particolare, tra le realtà del settore finanziario, Banca Generali spicca ottenendo 100 punti su 100, seguita da Borsa Italiana e Banca d’Italia.

La prova del Web

La classifica, alla sua prima edizione, premia i 200 migliori datori di lavoro per le donne in Italia e per stilarla, l’Istituto tedesco qualità e finanza ha considerato oltre 2.000 fra le più importanti aziende, utilizzando un innovativo metodo di “ascolto” del web. Dipendenti e consumatori utilizzano, infatti, sempre più spesso i social per esprimere le proprie opinioni che restituiscono un quadro molto preciso delle condizioni di lavoro all’interno di ogni singola impresa. Si tratta di una modalità più approfondita e affidabile della tradizionale intervista telefonica: grazie ai suoi software, l’Istituto ha infatti raccolto 2,5 milioni di citazioni su 45 argomenti diversi.  Partendo da questo materiale grezzo è stata poi utilizzata l’intelligenza artificiale per controllare ogni frammento di testo e capire se il tono in cui è scritto è positivo, negativo oppure neutro.

I dati rilevati sono quindi stati suddivisi in tre macro-aree di ricerca: cultura d’impresa, pari opportunità e carriera. Nella prima area sono incluse tematiche quali “smart working”, “flessibilità dell’orario di lavoro”, “clima lavorativo e correttezza del responsabile”; nella seconda “la parità di diritti per le donne”, “quote femminili”, “divario di retribuzione” e “opportunità di avanzamento per le donne”; nella terza infine “la promozione della formazione”, “le prospettive di lavoro” e “il percorso professionale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, la consulenza sposa la sostenibilità

Banche reti, potenze a confronto numero per numero

Pro capite, Banca Generali in vetta, Fineco insegue

Raccolta, Fideuram Ispb in testa a luglio. Fineco regna nel gestito

Banche reti, chi è già in pista con i Pir alternativi

Banca Generali, per gli analisti è ben piazzata

Banca Generali, raccolta anti-pandemia

Banca Generali, così investono i clienti

Banca Generali e Mossa al top nei servizi finanziari

Banca Generali, con Milano nel segno dell’arte

Banca Generali, BG4Real IT ai titoli di coda

Banca Generali è la Speedy Gonzalez dei conti correnti

Banca Generali, la raccolta batte se stessa

Banca Generali: con la super rete, il bonus per i cf è già realtà

Reti quotate, il dividendo resta in freezer

Banca Generali, la consulenza evoluta batte la pandemia

Banca Generali incontra l’intelligenza artificiale

Perfomance fee, Azimut e il colpaccio di giugno 

Reti e remunerazione, promossi e bocciati per BlackRock

Banca Generali, la raccolta cresce a doppia cifra

Banca Generali e Financial Times, molto clamore per nulla

Banca Generali, Mossa svizzera

Banca Generali, Mossa si confessa a Montemagno

Banca Generali, il “colpaccio” Lenti si presenta

Banca Generali finanzia le piccole imprese

Banca Generali dà benzina all’economia

Banca Generali, le commissioni sono un punto di forza

Banca Generali, Lenti saluta IWBank e diventa responsabile dei cf

Banca Generali, raccolta ancora sugli scudi

Conti e polizze. La doppietta di Banca Generali

Mossa (Banca Generali): “Così abbiamo vinto nel digitale”

Raccolta: Fineco è super, Mediolanum la tallona

Mossa (Banca Generali): i consulenti non devono dimostrare più nulla

NEWSLETTER
Iscriviti
X