IWBank, un destino ancora da chiarire

A
A
A
Avatar di Redazione 23 Settembre 2020 | 10:55

Vi riportiamo di seguito un comunicato a firma Federpromm relativo ai futuri scenari derivanti dall’affare Intesa-Ubi. Sullo sfondo, la rete di IWBank

Si è svolto ieri un altro incontro tra le rappresentanze dei sindacati del settore del credito (di cui la Uilca con i segretari nazionali Bilanzuoli e Verga ne è stata parte attiva) con i rappresentanti di Intesa Sanpaolo e Ubi per affrontare il tema delle uscite volontarie dei dipendenti che hanno maturato il diritto alla pensione o all’adesione volontaria al fondo esuberi e il contestuale piano di assunzioni. Tra l’altro è stato affrontato (in attesa di riprendere il negoziato) il tema della cessione di 532 sportelli a BPER e l’integrazione di UBI Banca in Intesa Sanpaolo che interesserà migliaia di dipendenti.

Nonostante vi sia la necessità di conoscere anche il destino della rete dei CF di Iwbank, al momento non vi sono state dichiarazioni ufficiali se non  segnali ed ipotesi al fine di avere un quadro preciso sulla futura collocazione e ruolo che dovrà assumere la nuova configurazione della banca e dei Consulenti finanziari.  Abbiamo come Federpromm-Uiltucs  portato all’attenzione dei colleghi della Uilca la opportunità di essere parte attiva, unitamente al nostro ruolo di rappresentanza acquisita nel settore, e di aprire un tavolo negoziale anche per tale importante questione; questione che al momento – come dichiarato a suo tempo sulla stampa  dal dr Messina, ad del Gruppo  Intesa –  è quella di voler mantenere la propria autonomia gestionale. Problema – a nostro avviso – che al di là delle dichiarazioni formali deve trovare a breve una sua definitiva collocazione. 

Non appena i tempi e l’evoluzione del negoziato riguarderà anche i colleghi consulenti di Iwbank, la nostra Organizzazione si farà parte attiva per affrontare direttamente  nel tavolo negoziale con le controparti, e in ogni altra sede, tale sostanziale  problematica affinché si abbia il pieno riconoscimento dei diritti acquisiti dei Consulenti Finanziari  sul piano professionale,economico e previdenziale . Recentemente Federpromm ha posto in consultazione tra i Cf della banca un breve questionario le cui risposte convalidano le tesi di cui sopra,  

Date forza alla nostra Organizzazione e alla sua rappresentanza coinvolgendo il maggior numero di colleghi per non subire discriminazioni o penalizzazioni. Il collega Nicola Scambia è a vostra disposizione per ogni ulteriore informativa.   

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

BFC Media, un acquisto nel segno della sicurezza digitale

Consulenti: banche e mercati in crisi, cosa è differente questa volta

Etf, Invesco lancia un prodotto sugli hybrid bond europei

NEWSLETTER
Iscriviti
X