Crédit Agricole Italia e Amundi: obiettivo 100% sostenibilità

A
A
A
Avatar di Redazione 26 Ottobre 2020 | 08:19
Le due società unite in un percorso che vede il mondo Esg sempre più al centro della propria filosofia gestionale e del catalogo prodotti.

Il tema della sostenibilità negli ultimi anni ha vissuto una vera e propria rivoluzione. Da oggetto di semplice dibattito per i salotti buoni del risparmio gestito, con il passare degli anni e il costante incremento di interesse da parte degli investitori, è arrivato ad assumere sempre più un ruolo essenziale per un’offerta finanziaria che vuole mirare non soltanto a essere moderna, ma anche efficiente.

Sostenibilità non è quindi più soltanto una parola, ma una vera e propria linea guida per il mercato. Un approccio, quello sostenibile, che da sempre ispira Crédit Agricole nel suo agire, tanto che la “Banca Verde” – così come viene spesso citata – è  il 1° finanziatore della transizione energetica in Francia.

Per il gruppo guidato in Italia da Giampiero Maioli, la sostenibilità è parte integrante del Dna: il percorso parte dalla Francia nel 2003, con l’adesione al Global Compact delle Nazioni Unite, ed approda con successo nel nostro Paese, secondo mercato domestico  Qui, Crédit Agricole Italia ha intrapreso dal 2017 un percorso di energy management e si propone di avviare, entro il primo trimestre 2021, l’adeguamento delle politiche creditizie attivando a 360° le metriche Esg, con declinazione sulle Pmi.

Lungo il percorso intrapreso da Crédit Agricole Italia, troviamo anche Amundi, Sgr del gruppo. Le due realtà, infatti, ultimeranno il catalogo di offerta Esg entro il prossimo anno, per completare la migrazione verso il 100% di fondi Esg entro il 2021.

Possiamo definire la sgr del gruppo Agricole “pioniera negli investimenti responsabili”: con oltre 30 anni di esperienza nel settore, infatti, è stato membro fondatore e firmatario nel 2006 dei Principi per gli Investimenti Responsabili (Pri) delle Nazioni Unite.

Oggi gestisce 331 miliardi di euro in investimenti responsabili e vanta un team di analisti dedicato che sviluppa e implementa le metodologie Esg proprietarie, ma la società mira a spingersi ancora oltre, per diventare entro la fine del 2021 un’azienda 100% Esg, in materia di rating, gestione e politica di voto.

 

In particolare il processo proprietario di analisi Esg di Amundi consiste nell’attribuzione di un rating Esg che va da A e G (in cui A è il migliore e G il peggiore) alle società analizzate. Partendo dai dati extra-finanziari forniti da provider esterni, le aziende sono valutate sulla base di 37 criteri, di cui 16 generici e applicabili a ciascuna società indipendentemente dal settore in cui opera, e 21 criteri specifici per settore. Per essere più efficace, l’analisi esg si concentra sui criteri chiave a seconda del business, infatti la ponderazione dei criteri in base al settore analizzato rappresenta un elemento cruciale. All’analisi quantitativa viene affiancata un’analisi qualitativa attraverso politiche di ingaggio attivo per influenzare le società ad adottare i criteri di sostenibilità. Ad oggi, Amundi ha attribuito un rating Esg a circa 9.000 aziende a livello globale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, per la previdenza la parola d’ordine è anti-fragile

Asset allocation: tutti i consigli di Amundi

Amundi, utile in ripresa e obiettivi ambiziosi in Cina

BancoBpm-C. Agricole, cosa accadrà ad Anima e Amundi?

Amundi, un “termometro” per i portafogli

Etf, fuga di massa verso il reddito fisso

Elezioni Usa, perché Biden è un rischio per gli investimenti

Amundi, quando il fondo pensione diventa paperless

Amundi e CPR AM, insieme contro le disuguaglianze

Unicredit e Amundi, insieme per un nuovo Eltif

Consulenti, il private asset diventa democratico

ETF, Amundi raddoppia la raccolta nel 2019

Amundi, tra sostenibilità e pragmatica

Amundi, poker di nuovi Etf su Borsa Italiana

Amundi, 2020: “Keep calm and stay agile”

Amundi lancia due nuovi fondi su città del futuro e megatrend

Amundi, una raccolta da record

Investire sulla via della seta, Amundi lancia il fondo Amundi Funds New Silk Road

Etf, a settembre flussi per 70 miliardi

Amundi, Monica Defend nominata Global Head of Research

Amundi, debutta un nuovo Etf a stelle e strisce

Fondi di investimento: Amundi, proposta diversificata e sostenibile

Amundi, il bilancio brinda con gli Etf

Amundi lancia due importanti iniziative green & sustainable development

Amundi, Dauphiné sarà il nuovo Head of Euro Alpha Fixed Income

Gestori in vetrina – Amundi

Etf, Amundi fa poker sul tasso variabile

Amundi, utili da applausi nel primo trimestre

Amundi, Ilaria Pisani Head of Asset Management Clients della business unit ETF per l’Italia

Amundi riordina i fondi in Lussemburgo

Salone del Risparmio 2019, atto secondo

Gestori e fondi, ecco i campioni del risparmio sostenibile

Amundi lancia il fondo che piacerebbe a Greta

NEWSLETTER
Iscriviti
X