Superbonus, super opportunità per banche reti e consulenti

A
A
A
di Marcello Astorri 28 Ottobre 2020 | 10:27
Secondo un’indagine di Facile.it, sono oltre 9 milioni i nuclei familiari italiani che intendono utilizzare il Superbonus al 110 per cento. Banca Mediolanum e Banca Generali sono già in pista con campagne dedicate.

Il Superbonus si preannuncia come un’ottima opportunità per banche reti e consulenti finanziari. Secondo un’indagine condotta per Facile.it da mUp Research e Norstat, infatti, sono oltre 9 milioni i nuclei familiari italiani che hanno intenzione di utilizzare il Superbonus 110% introdotto dal Decreto Rilancio per i lavori di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico. E realtà come Banca Mediolanum e Banca Generali hanno già fiutato l’opportunità, proponendo ai propri clienti delle campagne dedicate.

L’istituto guidato da Massimo Doris, infatti, dal 15 di ottobre ha lanciato un’iniziativa rivolta ai propri clienti di anticipo di liquidità e contestuale promessa di cessione del credito d’imposta (leggi qui la notizia) con i Family Banker protagonisti nel ruolo di consulenti. E una soluzione simile è stata messa in campo anche da Banca Generali, con l’istituto guidato da Gian Maria Mossa che offre le soluzioni “Credito Dedicato” e “All inclusive”, con quest’ultima che oltre alla cessione del credito offre un servizio di assistenza dedicato (leggi qui).

Tornando alle evidenze dell’indagine, emerge come, tra coloro che hanno dichiarato di voler usufruire del bonus, più di uno su due (55%) lo farà per il condominio in cui risiedono, mentre il 29,3%, percentuale equivalente a più di 6.250.000 individui, lo utilizzerà per la casa unifamiliare di residenza. Più di 2 milioni, invece, i rispondenti che hanno intenzione di usufruire dell’agevolazione per le seconde case, siano esse un immobile unifamiliare o parte di un condominio. Quali sono gli interventi più richiesti? Nel 58,2% dei casi si ha intenzione di ricorrere al Superbonus per l’intervento di isolamento termico (cappotto termico), percentuale che sale fino al 63,4% tra i residenti nel Sud e nelle isole.

C’è, infine, una parte di nostri connazionali che pensava di usufruire del provvedimento, ma alla fine ha scelto di non farlo a causa della quantità di documenti necessaria; secondo l’indagine sono più di 3 milioni di italiani; oltre 6 milioni (14,4%), invece, gli individui che hanno ammesso di non aver capito bene come funziona l’agevolazione. E in questo le reti di consulenza finanziaria possono dare una grossa mano agli italiani.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, it’s Time to change

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

NEWSLETTER
Iscriviti
X