Widiba, Fineco e non solo: tante banche aggregate per il nuovo bonifico smart di Moneyfarm

A
A
A
Avatar di Redazione 16 Novembre 2020 | 11:11

Moneyfarm, società internazionale di gestione del risparmio con approccio digitale, annuncia l’avvio effettivo (per la prima volta nel settore del wealth management in Italia) dell’operatività della nuova funzionalità Payment Initiation Service (PIS), denominata Bonifico Bancario Smart, che prevede l’aggregazione dei conti correnti dei clienti Moneyfarm che attiveranno il servizio per ottenere un dialogo diretto tra i conti correnti aggregati e i loro portafogli di investimento. Ad oggi sono già aggregate le principali banche: Intesa San Paolo, Fineco, UniCredit, ING, Bancoposta, Banco BPM, Banca BNL, Banco di Sardegna, Widiba, Monte dei Paschi.

Solo nelle prime tre settimane dal suo lancio, il 20% di tutti i trasferimenti verso conti Moneyfarm è stato effettuato attraverso Bonifico Bancario Smart. Grazie a questa nuova funzionalità, i clienti Moneyfarm possono quindi prelevare e investire fondi in maniera sicura e veloce (entro massimo due giorni) dalla propria banca al proprio conto d’investimento Moneyfarm, così da ottimizzare e velocizzare ulteriormente il processo di trasferimento fondi. La ricerca continua delle soluzioni tecnologiche più avanzate e innovative a tutto vantaggio dei propri clienti sottolinea il continuo impegno della Società nell’offrire un’esperienza d’uso e un processo di investimento sempre più semplici e agevoli.

Questa nuova funzione nasce grazie alle molteplici opportunità derivanti dalla nuova direttiva europea sui servizi di pagamento, denominata PSD2 (Payment Services Directive 2), e dall’open banking che stanno accelerando in modo incontrovertibile l’innovazione del mondo finanziario tramite l’offerta di una nuova gamma di servizi a tutto beneficio dei risparmiatori, favoriti dalla collaborazione tra gli operatori finanziari, dalla condivisione dei dati e dall’utilizzo di piattaforme tecnologiche aperte. All’atto pratico i dati dei risparmiatori non sono più di esclusiva proprietà della banca presso la quale hanno aperto il loro conto: i risparmiatori hanno ora la facoltà di disporne come vogliono e la loro banca di riferimento, se e quando lo vogliono, è tenuta a cooperare con altri operatori finanziari – come Moneyfarm in questo caso – aprendosi alla libera concorrenza di servizi innovativi che, talvolta, possono presentare condizioni più vantaggiose.

Giovanni Daprà, Co-fondatore e CEO di Moneyfarm, racconta: “Moneyfarm è stata fra i primi digital wealth manager ad abbracciare soluzioni di open banking per sfruttare appieno tutti i benefici della PSD2 a vantaggio dei propri clienti. Con queste nuove funzionalità vogliamo rendere l’accesso alla nostra offerta sempre più semplice e ottimizzare ulteriormente la gestione dei risparmi. Siamo entusiasti di vedere che i continui miglioramenti alla user experience vengano sempre molto apprezzati dai nostri clienti”.

Moneyfarm gestisce oggi un patrimonio globale di oltre 1,3 miliardi di euro, a un ritmo di crescita che è sempre stato a doppia cifra anno su anno. La Società è stata tra le prime ad adottare il modello di consulenza “ibrido” che unisce innovazione tecnologica alla presenza costante di una squadra di consulenti dedicati. Con la tecnologia che fa da facilitatore per combinare una consulenza finanziaria indipendente e priva di conflitti di interesse a un’esperienza d’uso molto semplice, Moneyfarm ha dimostrato in questi anni che esiste un modo nuovo per offrire ai risparmiatori servizi di investimento altamente qualitativi, ma al contempo estremamente efficienti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Biden vince ma ora occhio alle Borse

Moneyfarm, ancora un trionfo nella consulenza

E’ davvero la fine del super dollaro?

Moneyfarm lancia il suo primo piano pensione

Consulenti, occhio alle facili occasioni sul petrolio

Moneyfarm, una gestione patrimoniale da incorniciare

Rendiconti Mifid 2, la trasparenza può attendere

Poste Italiane, la consulenza diventa tecnologica

MoneyFarm alla conquista della Germania

Rendiconti Mifid 2, cara Consob ti scrivo

Moneyfarm cresce in Germania con Vaamo

Banca Sella e Moneyfarm lanciano Sella Evolution

Moneyfarm acquista il personal banker robot

Moneyfarm premiata da Ascosim per l’innovazione

Satispay, Credimi, Moneyfarm e altre fintech finiscono in Parlamento

Mifid 2: un’occasione da non sprecare

Moneyfarm lancia una app anche per Android

Un premio all’internazionalizzazione per Moneyfarm

Moneyfarm all’Italian Innovation Day di Tokyo

Nuova app per Moneyfarm

Moneyfarm lancia la nuova app per gestire da mobile gli investimenti

Moneyfarm scelto da Uber per offrire consulenza finanziaria e pensione integrativa ai suoi autisti

Pensione agli autisti Uber? Ci pensa Moneyfarm

Il Fintech va a braccetto con le banche. E’ questa la fase 2 immaginata dai player italiani

E’ in edicola il nuovo numero di iFinance

MoneyFarm esce dall’albo delle sim

Moneyfarm si aggiudica l’UK-Italy Business Awards

Moneyfarm riceve l’UK-Italy Business Awards

Moneyfarm lancia la prima gestione patrimoniale per tutti

MoneyFarm: 2017, un anno interessante

MoneyFarm saluta tre ingressi

Il miglior consulente indipendente d’Italia è digitale

MoneyFarm: come gestire il rischio

NEWSLETTER
Iscriviti
X