Consulenti, se l’emotività ora si può misurare

A
A
A
Avatar di Redazione 16 Novembre 2020 | 12:46

Essere emotivi non è un difetto ma se lo si è troppo e soprattutto lo si dimostra nelle scelte finanziarie, la questione si fa più problematica.

La finanza comportamentale da anni studia queste dinamiche e come prevenirle e a tal proposito Roberto Malnari, risk manager di Ten Sigma Sagl di Lugano ha provato a costruire una sorta di rating per misurare l’emotività. A riportare la notizia, un articolo di Plus24.

La formula, presentata al Tol Expo, è stata implementata dopo aver studiato alcuni casi di clienti le cui gestioni avevano realizzato performance negative negli anni precedenti e solo dopo aver affidato le gestioni a processi automatizzati con sistemi di intelligenza artificiale, le perdite sono state recuperate anche se i clienti hanno poi subito provveduto a liquidare ogni investimento. Probabilmente, se questi investitori avessero avuto un metodo per analizzare la loro situazione emotiva, probabilmente avrebbero continuato ad investire.

“Si tratta di un rating che va da -7 a +7 – spiega Malnari – quando il rating è positivo (credito emotivo) significa che sono state soddisfatte le aspettative di rendimento comparato al rischio, anche da un punto di vista psicologico, mentre quando il rating è negativo (debito emotivo), significa che sono state deluse con gravi condizionamenti per le future scelte di investimento”.

Il rating è calcolato analizzando il rendimento medio per ogni strumento degli ultimi 5 anni, il rischio e la liquidità media dello strumento.

“Questo metodo – aggiunge Malnati – può essere utile anche per i consulenti che devono valutare in maniera oggettiva la potenziale emotiva dei loro clienti”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bugie e reclutatori, la confessione del piccolo portafoglista

Consulenti uniti per chi è in difficoltà

CheBanca!, reclutamento top per la rete

Consulenti, via libera alle richieste per i finanziamenti garantiti

Polizze, il consulente in smart working è una rivelazione

Consulenti, chi è e perché vi serve l’assistente virtuale

Consulenti, occhio a quel questionario Mifid

Il caso del cf Sergio, quando il portafoglio si blocca e servono idee

Consulenti finanziari fake, ecco come scovarli

Consulenti, ecco come scegliere la vostra mandante senza sbagliare

Consulenti, perché interviste e sondaggi rafforzano il legame con il cliente

Consulenti, una ricerca dice quel che serve per conquistare i millennials

Reti, ecco il sondaggio dei consulenti per i consulenti

Consulenti, come riconoscere e affrontare il burnout

Finanziamenti ai consulenti, manca solo l’ultimo passo

Consulenti finanziari: ecco perché puntare sui millennial

Consulenti, ai clienti ricchi piace Biden

Consulenti, i 4 tipi di investitrici che dovreste conoscere

Consulenti, tutte le differenze tra webinar e meeting

Consulenti, fra Trump e Biden vincono le infrastrutture

Consulenti, diario di un grande portafoglista: tra indipendenza e successo

Esame albo consulenti, ecco le nuove prove a distanza

Credem, la consulenza anti-fragile

Consulenti finanziari, ambasciatori dei valori della rete

Consulenti, 11 espressioni inglesi per la prossima riunione

Consulenti, il nuovo volto dell’Europa tra Brexit e Next Generation

Consulenti, le polizze sono il vero vaccino anticrisi

Consulenti, un pieno di azioni per il cliente

Consulenti, i giovani vi salveranno

“Spalle larghe” e consulenza: la storia di Nolan

Consulenti tra radiati, sospesi e sanzioni: agosto ne ha per tutti i gusti

Acchiappa-clienti o ascoltatore, scopri quale consulente sei

Consulenti, i millennials non vi sostituiscono con i robot

NEWSLETTER
Iscriviti
X