Banca Generali, un piano per i progetti di vita

A
A
A
di Redazione 17 Novembre 2020 | 09:20

Mettere a punto un piano d’investimento per portare a termine i progetti dei propri familiari, potendoli nominare direttamente come beneficiari di una polizza anche in caso di vita del contraente.

Della polizza Bg Progetti di Vita ha parlato a IlSole 24ore il vicedirettore generale di Banca Generali raccontando quella che è un’assoluta novità per il mondo assicurativo italiano, nonché uno dei pochi strumenti intestabile a beneficio minori.

«La nostra multiramo consente di lavorare non solo sull’asset mix, ma introduce anche la possibilità di finalizzare il piano dei premi ricorrenti sulla base di uno o più avvenimenti della vita del cliente o dei suoi cari» spiega Andrea Ragaini, vice direttore generale di Banca Generali.

In questo modo, lo strumento rappresenta un sostegno per il cliente nel percorso di realizzazione dei progetti di vita come l’acquisto di una prima casa, il matrimonio, la nascita di un figlio, l’inizio del suo percorso di studi. La finalizzazione può essere modificata o disattivata dal contraente in qualunque momento. Il beneficiario della finalizzazione verrà censito come secondo assicurato e a lui verranno liquidate direttamente le somme al raggiungimento dell’obiettivo (anche se il primo assicurato risulta ancora in vita).

«Il vero valore aggiunto di Bg progetti di Vita è però la sua capacità di mettere una soluzione prettamente “private” alla portata di tutti -, spiega Ragaini – ed è sottoscrivibile dai 18 ai 70 anni, per una durata minima di 10 anni e senza alcun limite massimo». C’è anche la possibilità di personalizzazione dell’asset mix: la componente di unit, pari al 90%, può essere destinata ad uno o più dei 63 fondi della gamma Lux Im, mentre una percentuale del 10% investe in ramo I.

Bg Progetti di Vita permetta anche di aggiungere ulteriori coperture assicurative come la Tcm che protegge da eventuali minusvalenze: in caso di premorienza dell’assicurato vengono garantiti i premi versati al netto dei caricamenti (con possibilità di consolidare anche il livello più alto toccato dalle quotazioni). Si può, infine, inserire anche la copertura che garantisce il completamento del piano in caso di decesso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, it’s Time to change

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

NEWSLETTER
Iscriviti
X