Performance fee, il giro di vite dell’Esma cambia tutto

A
A
A
Avatar di Redazione 20 Novembre 2020 | 10:40
L’Esma ha pubblicato le nuove linee guida per le commissioni: potranno essere calcolate solo su base annuale.

La stretta regolamentare dell’Esma sulle performance fee applicate ai fondi di investimento influirà parecchio sulla vita delle società di gestione europee. L’ente di vigilanza, infatti, ha pubblicato le nuove linee guida (clicca qui per leggerle) a cui tutte le case che operano sul continente dovranno allinearsi entro due mesi a partire dall’inizio di novembre.

La principale novità del nuovo regolamento prevede che le commissioni di performance potranno essere applicate solo una volta l’anno e non più con cadenza mensile o trimestrale. Ma c’è di più: le fee saranno prelevabili solo nel caso in cui il fondo abbia maturato una performance positiva durante un periodo di riferimento di almeno 5 anni. Questo significa che ogni perdita maturata in precedenza dovrà essere recuperata prima che la casa di gestione posso addebitare la propria commissione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gestori e asset management, l’importanza della corporate governance

Warren Buffett, l’Oracolo tradito dai suoi titoli preferiti

Credit Suisse, il caso Greensill innesca un terremoto nell’asset management

NEWSLETTER
Iscriviti
X