Bancari, quella gabbia chiamata passato

A
A
A
di Redazione 30 Novembre 2020 | 11:28

Un recente post su LinkedIn a firma Bancadvice.it ha preso posizione su un tema piuttosto dibattuto: il bancario italiano è ancorato al passato. Ve lo proponiamo di seguito.

Il dramma del bancario italiano: vivere nel passato.

Vivere ancorati al passato o aspettando ciò che accadrà in futuro è un modo di perdersi il presente. Il problema non è ricordare momenti intensi, né immaginarsi una vita ideale, il vero problema è rifugiarsi continuamente nel passato o nel futuro.

La soluzione ce la offre Carlos Fuentes quando afferma che “il passato è scritto nella memoria e il futuro è presente nel desiderio”.

Un pensiero forte, su un tema destinato a fare discutere. E voi, consulenti e professionisti del mondo bancario, siete d’accordo con queste parole? Scriveteci, come sempre, il vostro pensiero nei commenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, nuova partnership tra Bancadvice.it e Fairvalyou

NEWSLETTER
Iscriviti
X