Banca Generali, si chiude un anno da record

A
A
A
di Redazione 28 Dicembre 2020 | 11:32
Il presidente dell’istituto, Giancarlo Fancel, ha ripercorso il 2020 durante un’intervista a Il Piccolo

Gli affari nel mondo cripto, la raccolta che raggiunge livelli record e un 2021 che si prevede ancora in crescita. Il presidente del consiglio d’amministrazione di Banca Generali, Giancarlo Fancel, durante un’intervista a Il Piccolo ha ripercorso i risultati raggiunti dal gruppo anche in un anno funestato dalla pandemia e da mercati volatili.

“A fine novembre abbiamo già superato i 5 miliardi di raccolta”, ha detto Fancel, “sui livelli del 2019 che era stato un anno molto positivo, con un nuovo record delle masse in gestione a 70,4 miliardi. Un aspetto significativo è rappresentato dalla produzione della rete di consulenti già esistente che ha contribuito per il 78% del totale. In forte crescita sono risultate anche le masse sotto consulenza evoluta che hanno superato i 5,4 miliardi (+22% rispetto al 2019)”.

Ora sta per iniziare un 2021 che il presidente di Banca Generali prevede ancora in crescita, anche all’insegna del cosiddetto risparmio sostenibile: “Siamo in linea con un’offerta all’avanguardia nei prodotti Esg per avvicinare la sensibilità delle famiglie agli obiettivi si sviluppo sostenibile dell’Onu”, ha proseguito il dirigente, “La banca e tutto il management stanno facendo un gran lavoro per rendere più sostenibile il modello di business. Con un impegno anche a favore dell’economia reale, delle pmi e delle famiglie con vari servizi, come ad esempio nell’anticipo del credito per il superbonus 110%“.

Sotto i riflettori, ovviamente, anche il recente affare Conio nel mondo delle criptovalute: “La banca ha sempre più le sembianze di un vero e proprio hub di private banking con servizi e strumenti innovativi nella tecnologia, al servizio della consulenza dei suoi banker. L’operazione con Conio si inserisce in questo percorso, così come lo era stata la partnership con Saxo Bank per il trading”. E, infine, un accenno ai rumors che nei mesi scorsi avevano accostato Banca Generali agli appetiti di Mediobanca, in cerca di un’acquisizione nel wealth management: “Come rappresentante di Generali nella banca (Fancel è anche Cfo del gruppo Generali, ndr) esprimo la massima soddisfazione per la nostra partecipazione. E come presidente posso dire che siamo contenti di restare dove siamo in piena autonomia”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, gran colpo da Widiba

Credem, un decano di Banca Generali per il wealth management

Banca Generali, la raccolta supera quota 3 miliardi

NEWSLETTER
Iscriviti
X