Fineco, una firma per i principi di responsabilità bancaria

A
A
A
di Redazione 28 Gennaio 2021 | 09:46
L’istituto guidato da Alessandro Foti è inoltre entrato a far parte per la prima volta del Gender-Equality Index di Bloomberg

Fineco ha ufficialmente aderito ai Principles for Responsible Banking (PRB) dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, ovvero l’insieme di misure sviluppato dalla collaborazione innovativa tra le banche mondiali aderenti e la UN Environment Finance Initiative con l’obiettivo di migliorare la sostenibilità del settore bancario. Attualmente sono circa 200 le banche che in tutto il mondo hanno aderito ai PRB. Non solo: l’istituto guidato dall’ad e dg Alessandro Foti è entrato a far parte per la prima volta del Gender-Equality Index di Bloomberg, l’indice che monitora le politiche aziendale e le iniziative intraprese a favore della parità di genere nelle imprese.

Ma andiamo con ordine: i PRB stabiliscono i ruoli e le responsabilità del settore bancario nel disegnare un futuro sostenibile e nell’allinearsi agli obiettivi degli UN Sustainable Development Goals e all’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici del 2015. Inoltre stimolano le banche a favorire la sostenibilità in tutte le proprie aree di business e a identificare le azioni in grado di ottenere l’impatto maggiore. In questo modo le banche firmatarie hanno anche l’opportunità di beneficiare delle nuove opportunità che nascono con lo sviluppo di un’economia sostenibile.

L’adesione impegna la banca ad analizzare gli effetti del proprio business dal punto di vista ambientale e sociale, e a definire obiettivi in grado di portare miglioramenti misurabili sugli aspetti più significativi. Lorena Pelliciari, Chief Financial Officer FinecoBank, ha commentato: “La trasparenza è uno dei pilastri su cui Fineco ha fondato il proprio modello di business, insieme alla sostenibilità di lungo periodo per tutti i nostri stakeholder, e per questa ragione riteniamo che l’evoluzione naturale per la nostra banca sia rappresentata dall’attuazione delle best practice in materia di sostenibilità. L’adesione agli UN Principles for Responsible Banking conferma l’impegno a integrare in modo strutturato la sostenibilità economica, ambientale e sociale nella strategia di lungo termine, un percorso in linea con il nostro obiettivo di un modello di business etico e rispettoso”.

Quasi in contemporanea è arrivata poi la notizia dell’ingresso di Fineco nel Gender-Equality Index di Bloomberg (GEI) 2021. Questo è un’indice include 380 società provenienti da 44 Paesi diversi e appartenenti a 11 diversi settori, di cui solo 16 italiane. I parametri di valutazione presi in esame sono leadership femminile e programmi di sviluppo per talenti, uguaglianza retributiva e parità retributiva di genere, cultura inclusiva, politiche contro le molestie sessuali e cultura aziendale a favore delle donne.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, tassi negativi: arriva la sentenza dell’Antitrust

Fineco: raccolta ancora in crescita, vola il gestito

Asset allocation: i consigli di Fineco AM sugli emergenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X