Governo Draghi, i big della consulenza esultano su Twitter

A
A
A
di Marcello Astorri 3 Febbraio 2021 | 10:52
L’effetto SuperMario si fa sentire anche sui social network.

Il possibile nuovo governo a guida Mario Draghi è l’argomento del giorno sui social network. E diversi esponenti di spicco del mondo della consulenza finanziaria si sono espressi a favore di questa ipotesi, che i mercati sembrano peraltro gradire (almeno dando uno sguardo ai dati di apertura delle Borse). Il primo a twittare è stato Elio Conti Nibali, ex presidente di Anasf e vice presidente di Ocf, con un molto internazionale “Welcome Mr. Draghi” anticipato dalla citazione più famosa dell’ex presidente della Bce: “Whatever It takes”.

Il presidente di Ascofind, Massimo Scolari, sempre sul social dell’uccellino blu saluta l’ipotesi Draghi con una battuta: “Intanto abbiamo risparmiato i rimborsi viaggio della Troika”.

Un altro ex presidente di Anasf, Maurizio Bufi, da sempre molto attivo su Twitter, si è concentrato su un commento decisamente più istituzionale. “I mercati finanziari danno il primo segnale di “gradimento” per #Draghi PdC a guida del nuovo esecutivo” – ha scritto – “E per un paese come l’Italia non è cosa da poco visto la dipendenza sul debito pubblico, ora spetta alla politica #responsabilità #Mattarella”.

Infine, non si esprime direttamente Luca Mainò, vicepresidente di AssoScf e consigliere di Nafop. Però, ha ritwittato un cinguettio del giornalista Jacopo Iacoboni: “Se c’è la possibilità di avere Mario Draghi e non Conte e Casalino a Palazzo Chigi”, è il testo del tweet, “lo si deve politicamente a Matteo Renzi. È un fatto. Gli osservatori avrebbero il dovere di dirlo, anche quelli che non amano o odiano Renzi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti