Azimut Wm pesca l’asso Bocchi

A
A
A
di Andrea Giacobino 24 Novembre 2016 | 08:47
Il private banker strappato a Banca Esperia gestiva patrimoni per oltre 500 milioni. Lavorerà direttamente con Martini.

Luca Bocchi, 43 anni, professionista noto nel panorama italiano del private banking entra in Azimut Wealth Management in qualità di director per apportare nuove competenze specifiche nell’ambito dell’investment banking e dello sviluppo strategico del business legato alle aziende e alla clientela ultra high net. Nel suo ruolo, oltre a dedicarsi alla crescita della propria clientela, lavorerà direttamente con Paolo Martini, amministratore delegato di Azimut Capital Management e co-direttore generale di Azimut Holding, per far crescere ulteriormente la Divisione lato prodotti e servizi assumendo anche la responsabilità di alcuni progetti speciali di particolare rilevanza strategica.

Bocchi proviene da Banca Esperia dove era arrivato nel 2010 nell’area UHNWI e dove nel tempo era arrivato a gestire patrimoni per oltre 500 milioni di euro oltre a svolgere diverse incarichi manageriali inerenti il business development e le aree del lending, corporate finance e wealth advisory. In precedenza ha lavorato in Fortis Bank e Banca Valori (Gruppo Hopa).

“Con l’ingresso di Luca – ha detto Martini – continuiamo il nostro percorso di attrazione di talenti dal mercato del private banking e rafforziamo ulteriormente le nostre competenze lato clientela Ultra High Net e investment banking. Azimut Wealth Management rappresenta oggi il polo principe di attrazione per professionisti di alto standing del mercato italiano anche grazie alla piattaforma aperta di multi family office unica nel suo genere in Italia e alla sua indipendenza”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: raccolta positiva per un mld di euro

Reclutamenti, nessuno meglio di CheBanca!

Azimut, il fintech a misura di pmi

NEWSLETTER
Iscriviti
X