Banca Widiba, consulenti alla riscossa nel 2020

A
A
A
di Redazione 2 Marzo 2021 | 10:26
La banca guidata da Marco Marazia ha registrato una dato di raccolta netta commerciale pari a 792 milioni di euro, sette volte superiore al 2019.

Banca Widiba chiude il 2020 registrando la miglior performance dalla nascita della Banca. La crescita è stata trainata da una forte accelerazione dei volumi di raccolta e della componente commissionale: infatti, la raccolta netta commerciale ha registrato, durante l’anno,  quota 792 milioni di euro di raccolta contro i 118 mln di euro del 2019 e i 169 mln di euro del 2018. Le masse totali risultano pari a 9,4 miliardi di euro, segnando una crescita rispetto al 2019 che sfiora il miliardo di euro (+11% vs 2019), pressoché interamente determinata dalla raccolta commerciale. Intanto, è stata convocata per il 31 marzo 2021 l’assemblea di Banca Widiba per l’approvazione del bilancio 2020.

Risultati degni di nota quelli conquistati dalla rete, che alla fine del 2020 ha raggiunto quota 524 consulenti finanziari per un portafoglio medio di 14,1 mln di euro, in crescita del 13% rispetto al 2019. Così come aumentano del 22%, rispetto al 2019, le masse in consulenza evoluta che raggiungono i 3,4 mld di euro.

In un anno contraddistinto dalle limitate possibilità di contatto con i clienti, la banca guidata da Marco Marazia ha accresciuto anche i collocamenti di risparmio gestito, raggiungendo la quota di 950 mln di euro (+6,4% vs 2019), con un forte contributo dell’ultimo trimestre (+23% anno su anno) a testimonianza del focus della Banca sulla consulenza finanziaria e sulla componente commissionale.

I risultati positivi della Banca si riflettono anche negli indicatori transazionali quantitativi (22,3 milioni di accessi alla piattaforma, +18% vs 2019 – transazioni banking 15,3 mln, +11% – transazioni investimenti 822mila, +38%), sia negli indicatori qualitativi, che registrano un rating pari a 4,84/5 con quasi 1 milione di giudizi dei clienti, confermando i consueti livelli di soddisfazione (98%).

Crescita anche nel comparto credito, con lo stock di impieghi che si attesta a 702,8 mln di euro.
Per quanto riguarda le qualità degli asset, nonostante le peculiarità dell’anno, i crediti deteriorati sono pari all’1% e registrano un tasso di copertura pari al 44% (il Net NPL ratio resta sotto l’1%). Il costo del credito si attesta a 2,9 mln di euro (0,4%). Richieste accordate di moratoria per sospensione rata mutui pari a 262, per un controvalore pari a 35,8 milioni; 127 richieste con sospensione scaduta, di cui 95% con ripresa regolare del piano di ammortamento del mutuo.

“Il 2020, con le sue complessità, ha segnato una svolta nel comportamento digitale quotidiano dei clienti, una rinnovata consapevolezza dell’importanza della tecnologia, della consulenza e dell’educazione finanziaria – commenta Marco Marazia, Direttore Generale di Banca Widiba –. Il nostro posizionamento ci ha consentito di rispondere ai nuovi bisogni, restituendo valore ai clienti e, al tempo stesso, di capitalizzare risultati di crescita di cui siamo molto soddisfatti. Siamo una banca unica nel suo genere, per modello di business e competenze, che quest’anno ha anche imparato a lavorare in modo diverso ma sempre con la profonda convinzione che il nostro fare banca sia, oggi più che mai, in grado di anticipare l’evoluzione del mercato.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Widiba, il nuovo mondo del videobanking

Widiba, colpo da Fideuram per la rete

Banca Widiba, due colpi per la rete da Intesa e Deutsche Bank

NEWSLETTER
Iscriviti
X