Deutsche Bank e Credimi, insieme per erogare prestiti digitali

A
A
A
Avatar di Redazione 3 Marzo 2021 | 12:06

Deutsche Bank AG e Credimi, azienda fintech leader europeo del finanziamento digitale alle imprese, hanno concluso un’operazione che permetterà alla fintech italiana di far arrivare 170 milioni di euro di liquidità alle PMI italiane, grazie allo stanziamento da parte di Deutsche Bank di 150 milioni di euro, e al coinvolgimento di Banca Sella – che finanzierà una quota dell’operazione pari a 20 milioni di euro.

Credimi – che nel 2020 ha erogato la cifra record in Europa di 660 milioni di euro (+40% rispetto al 2019) – con questa nuova cartolarizzazione potrà erogare finanziamenti con durata di 5 anni e 1 anno di preammortamento, con un inizio di rimborso previsto per marzo del 2022, accessibili a imprese che siano Società di Capitali (SPA, SRL) con almeno due bilanci depositati o Società di Persone (SAS e SNC) e ditte individuali con almeno due dichiarazioni fiscali. Grazie alla tecnologia proprietaria di Credimi le imprese potranno ricevere una risposta in soli 3 giorni. Fattore che ha permesso alla società di elaborare e analizzare più di 32.000 richieste di finanziamento e prestare oltre 1,5 miliardi di euro a PMI italiane, diventando il digital lender n.1 per le imprese in Europa continentale (fonte: P2P Market Data).

“La trasformazione digitale del mercato finanziario ha catturato l’attenzione del gruppo Deutsche Bank fina dalle sue prime manifestazioni. Il gruppo ne ha colto subito le potenzialità nonché i possibili sviluppi e si è posizionato gradualmente ai primi posti tra gli operatori globali che collaborano con le fintech di settore, in ambito lending e non solo – ha dichiarato Francesco Rizzo, Co-head of Southern Europe Institutional Clients Group di Deutsche Bank AG – “Siamo lieti, quindi, di mettere a disposizione di una realtà italiana il complesso know-how di Deutsche Bank in questo ambito e di poter contribuire alla crescita di imprese domestiche dinamiche e con vocazione internazionale”

L’operazione con Deutsche Bank A.G., che vede anche il coinvolgimento di Banca Sella, conferma l’importanza della collaborazione tra più attori finanziari per fare arrivare velocemente liquidità a quella fascia di aziende più piccole e con meno risorse a disposizione in questo momento di grande difficoltà. Un aiuto concreto per le imprese italiane, che potranno utilizzare nuovi fondi non solo per far fronte alla situazione attuale ma anche per prepararsi alla ripresa” – ha dichiarato Ignazio Rocco, Founder e Ceo di Credimi. – “Ma non solo. La cartolarizzazione con Deutsche Bank AG ha per noi un valore particolare perché realizzata con un istituto finanziario estero di primaria importanza che ha creduto nel nostro progetto. Un progetto tutto italiano che sta crescendo e si sta affermando in Europa come leader di settore.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Trappola Covid, ecco come le piccole imprese italiane stanno cercando di uscirne

Milano come “Polo del Fintech europeo”: l’idea di Ignazio Rocco di Torrepadula

InstaPartners diventa Credimi e riceve l’autorizzazione di Banca d’Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X