Enasarco, un appello per i vaccini a consulenti e agenti

A
A
A
di Redazione 7 Aprile 2021 | 17:24

Il Presidente di EnasarcoAntonello Marzolla ha inviato una nota ai Ministeri (Salute, Lavoro, Economia e Finanze) e al Consiglio Superiore di Sanità, nella quale si chiede di valutare l’introduzione delle categorie iscritte alla Fondazione tra i soggetti con accesso prioritario alla campagna vaccinale. 

Gli agenti e rappresentanti, per la natura stessa della loro attività, sono fortemente legati a tutti i settori del commercio, dell’industria e dell’artigianato. Un’attività che richiede continui spostamenti sul territorio e un’interlocuzione diretta con i clienti, ivi compresi medici, cliniche e centri diagnostici e ospedalieri, per il perfezionamento dei contratti utili a tali settori. Proprio per consentire di poter riavviare questa attività con celerità e in maggiore sicurezza, nel pieno rispetto delle doverose misure adottate per contrastare la pandemia, la nota propone alle Istituzioni competenti di valutare l’inserimento tra i soggetti con accesso prioritario alla campagna vaccinale.  

Analoga richiesta, contenuta nella medesima nota, ha riguardato i circa 50 dipendenti Enasarco che svolgono l’attività di vigilanza ispettiva finalizzata al recupero dell’evasione contributiva sull’intero territorio nazionale. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Enasarco, sette giorni per la svolta

Enasarco: il caos perdurante e la dead line imminente

Enasarco e il fascino discreto della borghesia

NEWSLETTER
Iscriviti
X