Banca Profilo, altra grana per Arpe

A
A
A
di Andrea Giacobino 19 Aprile 2021 | 08:06
Alla vigilia dell’assemblea il consigliere Cipriotti sbatte la porta. Sollevando critiche su governance e parti correlate.

Un’altra grana per Matteo Arpe, che controlla la quotata Banca Profiloattraverso il fondo Sator, e che è oggetto di una difficile trattativa di vendita. Alla vigilia dell’assemblea di bilancio del 22/23 aprile prossimi che approverà il bilancio 2020 e rinnoverà il consiglio d’amministrazione, s’è dimessa il consigliere Rosa Cipriotti per differenze di vedute sulla corporate governance della banca, esprimendo inoltre critiche relative ai flussi informativi su operazioni con parti correlate e al processo di valutazione dell’indipendenza degli amministratori.

La Cipriotti ha una lunga esperienza professionale: già in Lehman Brothers(dove lavorò pure Arpe), dal 2008 al 2012 è stata in posizioni apicali in Nomura, poi come indipendente nel consiglio di Arca Fondi Sgr e in quello di Banca Popolare di Vicenza come indipendente. Attualmente sempre come indipendente è nel board di Prelios Credit Servicing, di Coeclerici e Restart.

Il consiglio di Banca Profilo ha ritenuto “tali improvvise critiche del tutto infondate e inutilmente polemiche a meno di due settimane dalla scadenza del consiglio”. La Cipriotti non figura ovviamente nella lista proposta da Arepo Bp (Sator) per il nuovo board che fra gli altri include come indipendente Francesca Colaiacovo della omonima famiglia umbra proprietaria del gruppo cementiero controllato attraverso la holding Financo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Profilo, primo no di Sator a Banor Sim

Profilo, si scalda il dossier

Bim, Profilo, Consulia e Banor: si infiamma il risiko nel private banking

NEWSLETTER
Iscriviti
X