I gioielli di Cristina Onassis vanno all'asta

A
A
A
di Stefano Porrone 12 Giugno 2008 | 14:04
Una collezione spettacolare di diamanti e gioielli dalla collezione di Christina Onassis (1950-1987) è andata battuta da Christie’s Jewels: The London Sale, l’11 giugno 2008. L’intera asta comprendeva complessivamente 230 lotti tra anelli, braccialetti, collane, perle e singole pietre, cui sono affiancati alcuni pezzi realizzati dai più rinomati gioiellieri internazionali come Cartier, Chaumet, Harry Winston e Van Cleef & Arpels.


Associati ad uno dei nomi più prestigiosi del XX secolo, i 40 lotti di Gioielli, le cui stime variavano dai £2,000 ai £2,200,000, dalla Collezione di Christina Onassis (1950-1987) hanno rievocato un mondo di lusso e glamour.

Figlia del celebre armatore greco Aristotele Onassis e di Tina Livanos, Christina nacque nel 1950 ed ha trascorso la sua infanzia tra Parigi, New York e Cap d’Antibes e, in vacanza, sullo yacht del padre a lei dedicato: il Christina.

Con una vita così mondana, in un’epoca di grande stile, gli inviti si susseguivano tra dinner party eleganti e grandi balli. Christina era sempre presente vestita con favolosi abiti di haute couture e magnifici gioielli. Il pezzo forte della collezione e’ stato senz’altro il diamante a forma di pera di 38 carati, colore D, montato come pendente di un collier importante (stima: £1,800,000-2,200,000) aggiudicato per 3,625,250 sterline.

Altro gioiello di particolare rilievo è stato la collana con imponente zaffiro di Harry Winston (nella foto) che con una stima di £120,000-150,000 è andata aggiudicata per 337,250 sterline.

La collezione includeva anche un rarissimo Buddha in giada creato nel 1900 da Karl Fabergé che occupava un posto d’onore sullo yacht di Onassis (stima: £250,000-350,000), aggiudicato per 1,273,250 sterline.

L’asta ha fatturato un totale di 15,037,013 sterline con una percentuale di lotti venduti del 83%.


Christie’s – leader del mercato dei gioielli dal 1994

Da ormai 14 anni Christie’s e’ leader del mercato dei gioielli e, nel 2007, ha totalizzato la somma record di 395 milioni di US$, un aumento di oltre l’11% rispetto al 2006 (US$355 milioni), che già aveva segnato un incremento del 27% rispetto ai dati record del 2005 (US$279 milioni).

Un momento dell'asta di Christie's tenutasi a Londra

Questi risultati, i più alti mai ottenuti da una casa d’aste, confermano la posizione di Christie’s inquanto leader del mercato mondiale delle aste di gioielli. Il market share per il 2007, in confronto al suo principale antagonista, Sotheby’s, e’ del 57%, o del 54% se si considerano anche tutte le altre principali case d’asta internazionali.

Dunque per il quattordicesimo anno, Christie’s mantiene la pole position per la categoria. Le aste di gioielli di Christie’s si tengono regolarmente ad Amsterdam, Dubai, Ginevra, Hong Kong, Londra , New York, Parigi e Milano.
 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Arte da condividere

Eredità di valori

Maastricht: Per 10 giorni capitale mondiale dell’arte

NEWSLETTER
Iscriviti
X