Fineco, la raccolta fa bene anche in mezzo al mare

A
A
A
di Redazione 13 Maggio 2021 | 10:57

Fineco contribuirà all’eliminazione della plastica dispersa in mare, aderendo al progetto LifeGate PlasticLess® promosso da LifeGate. Grazie all’impegno di Fineco verranno sponsorizzati sei dispositivi per la raccolta di rifiuti galleggianti nelle acque di porti e circoli nautici italiani. La raccolta viene effettuata con i dispositivi Seabin, cestini galleggianti sulla superficie dell’acqua che catturano ognuno circa 1,5 kg di detriti al giorno, cioè oltre 500 Kg di rifiuti all’anno, comprese microplastiche e microfibre. Fineco finanzierà l’installazione di sei dispositivi Seabin con l’obiettivo ambizioso di raccogliere tre tonnellate di rifiuti plastici in un anno, l’equivalente in peso di circa 200mila bottigliette, 600.000 sacchetti o 1,5 milioni di cannucce. A partire dal mese di luglio 2021 verranno installati 3 nuovi dispositivi a Alghero (Sassari), Portoferraio (Livorno) e Punta Ala (Grosseto) e saranno adottati 3 dispositivi già posizionati nei porti di La Spezia, Polignano a mare (Bari), Riva del Garda (Trento). Il progetto promuove un modello di economia e di consumo circolare in grado di ridurre la quantità di rifiuti e dare loro nuova vita attraverso il riciclo. L’inquinamento dovuto alla presenza di plastica nei mari è un’emergenza sempre più grave: nel mar Mediterraneo ogni giorno vengono riversate 731 tonnellate di rifiuti plastici, di cui 90 in acque italiane. Le cause sono di diversa natura, dalla cattiva gestione dei rifiuti, alle attività produttive portuali, fino al comportamento irresponsabile e non curante dei singoli.

“Siamo orgogliosi di combattere in maniera concreta un’emergenza tra le più gravi per il pianeta, che riguarda estremamente da vicino il nostro paese. L’obiettivo di questa iniziativa è sensibilizzare il maggior numero possibile di persone, stimolando comportamenti più responsabili nei confronti dell’ambiente. Si tratta di un altro importante passo nel percorso di sostenibilità intrapreso da Fineco, che considera le tematiche ambientali al centro del proprio modello di sviluppo”. Lorena Pelliciari, Cfo e Presidente del Comitato Manageriale per la Sostenibilità

“Rimuovere plastiche e microplastiche dai nostri mari è fondamentale per preservare l’ecosistema marino, patrimonio di biodiversità e fonte essenziale per la salute del nostro pianeta – Enea Roveda, CEO LifeGate – siamo felici che sempre più aziende vogliano diventare parte attiva del cambiamento e ringraziamo Fineco per aver aderito a LifeGate PlasticLess® ”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, la nuova frontiera è la cyborg advisory

Fineco, la raccolta batte il 5

Widiba, da Sanpaolo Invest un nuovo asso per la rete

NEWSLETTER
Iscriviti
X