Ritrovati capolavori di Goya e Watteau ritenuti dispersi

A
A
A
Stefano Porrone di Stefano Porrone 9 Luglio 2008 | 16:30
Ritrovate importanti opere ritenute capolavori dispersi dei celebri artisti Watteau e Goya, scoperte solo recentemente e date per disperse per 200 anni, riappaiono ieri in asta da Christie’s a Londra e ed è subito record.

Jean-Antoine Watteau, La Surprise, 1718Londra. Le scoperte nella storia dell’arte sono diventate negli anni sempre più difficili soprattutto se delle stesse si sono perse le tracce da molti anni. Una di queste è certamente, “La Surprise”  (nella foto) del maestro francese Jean-Antoine Watteau (1684-1721).

L’opera di straordinaria bellezza risultava infatti scomparsa esattamente dal 1848. Finalmente questo capolavoro, eseguito intorno al 1718, è stato ritrovato la scorsa primavera in un soggiorno di un’abitazione privata in Inghilterra in una stanza dedicata a una collezione di disegni.

Un’eccellente scoperta per gli appassionati di Watteau che credevano questo lavoro disperso e che lo apprezzavano solamente grazie ad una copia conservata nella Royal Collection a Buckingham Palace e tramite un’incisione coeva.

Ma la sorpresa è stata sicuramente più per il proprietario, che per puro caso aveva contattato la casa d’aste per far valutare, insieme ad altre, la tela credendo che fosse opera del maestro olandese Gerrit Dou.
Francisco Goya, down they come, 1818-1823
“La surprise”, dipinto meraviglioso ed armonico che rappresenta un musicista seduto che suona una chitarra mentre alla sua destra una coppia  si lascia andare in una danza sfrenata e sensuale, dopo un anno di studi ed analisi da parte degli esperti dell’artista francese, è così finito all’asta di dipinti antichi di ieri da Christie’s a Londra.

La celebre opera, presentata al pubblico con una stima che oscillava da un minimo di 3.000.000 a un massimo di 5.000.000 di sterline, è stata aggiudicata per 12.361.250

Sono tre invece i preziosi disegni del celebre artista spagnolo  Francisco José de Goya y Lucientes (1746-1828) venduti sempre ieri a Londra nell’asta di disegni antichi ed aggiudicati ad un anonimo compratore.

Anche questi, come il Watteau, erano stati ritrovati lo scorso maggio in una collezione conservata in Svizzera dopo che se ne erano perse le tracce per 131 anni.

L’opera di maggior valore dal titolo “down they come” (nella foto) ha spuntato 2.862.969 euro, cifra record per un disegno di Goya.

Raffigura quattro streghe che si battono in volo. La seconda, “repentance”, aggiudicata a  1.204.361 euro mentre il terzo disegno, The constable Lampiños stitched inside a dead horse, ha cambiato proprietario per 965.039 euro

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Arte da condividere

Eredità di valori

Maastricht: Per 10 giorni capitale mondiale dell’arte

NEWSLETTER
Iscriviti
X