Reti, la raccolta abbonda. Fideuram cannibale

A
A
A
di Redazione 29 Luglio 2021 | 15:58

A giugno, i dati rilevati da Assoreti indicano una raccolta netta positiva per le reti di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede pari a 5,2 miliardi di euro. I volumi realizzati segnano così una crescita del 45,1% a/a e del 3,7% nel confronto con maggio 2021. La dinamica di crescita appare più strutturata, nel suo complesso, per la componente gestita di portafoglio: il flusso di raccolta su gestioni collettive, individuali e prodotti assicurativi/previdenziali raggiunge 3,4 miliardi di euro (+13,3% rispetto all’anno precedente e +9,7% m/m). La raccolta realizzata sulla componente amministrata, con poco meno di 1,8 miliardi, si attesta su volumi triplicati rispetto all’anno precedente ma in calo rispetto al mese di maggio. Il bilancio del primo semestre è quindi positivo per 28,8 miliardi di euro con un incremento del 28,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’exploit è trainato in particolare dai prodotti del risparmio gestito sui quali la raccolta raggiunge livelli più che raddoppiati (+136,6%) e pari a 21 miliardi di euro. Positiva per 7,8 miliardi ma in flessione (-42,5%) l’attività netta realizzata sulla componente amministrata del portafoglio.

“I risultati realizzati nel mese di giugno si confermano solidi e prevalentemente orientanti alla componente gestita del portafoglio e chiudono un primo semestre eccellente nel quale sono stati raggiunti obiettivi importanti di crescita e produttività. Traguardi confermati dal numero di clienti, in progressivo aumento rispetto al 2020, e dal volume medio di raccolta mensile che raggiunge 4,8 miliardi di euro, valore superiore del 32,6% rispetto al corrispondente dato dei precedenti dodici mesi (3,6 miliardi). Si conferma, pertanto, l’efficienza dei modelli di consulenza delle nostre Associate, sempre più incentrati sulla qualità del servizio e sull’innovazione dell’offerta” dichiara Marco Tofanelli, Segretario Generale dell’Associazione.

Risparmio gestito
La distribuzione diretta di quote di fondi comuni di investimento determina volumi netti intorno a 1,5 miliardi di euro (+2,6% a/a; +26,3% m/m). Restano privilegiati gli Oicr aperti di diritto estero sui quali la raccolta è pari a circa 1,4 miliardi di euro, con un maggiore coinvolgimento delle gestioni collettive azionarie. Si interrompe il trend negativo osservato sui fondi aperti italiani nei precedenti nove mesi e la raccolta torna positiva per 170 milioni. I volumi di raccolta realizzati sulle gestioni patrimoniali individuali raggiungono i 476 milioni di euro (-18,3% a/a; +5,8% m/m). Confermata la concentrazione sulle GPF con flussi netti positivi pari a 548 milioni, mentre sulle GPM prevale il segno negativo delle movimentazioni per 72 milioni. Le risorse nette destinate al comparto assicurativo/previdenziale ammontano a 1,4 miliardi di euro (+48,1% a/a; -2,4% m/m); di questi, il 97,5% si distribuisce tra polizze unit linked (862 milioni) e prodotti multiramo (548 milioni). I risultati realizzati dalle Reti nell’ambito del risparmio gestito si traducono in un contributo decisivo – attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote – al sistema degli OICR aperti: a giugno la raccolta netta ha raggiunto i 3,5 miliardi di euro e rappresenta più dell’85% dei volumi totali rilevati dall’industria (4,1 miliardi); l’apporto da inizio anno sale così a circa 20 miliardi, pari a quasi il 63% dei volumi di raccolta realizzati dall’intero sistema fondi (31,8 miliardi).

Risparmio amministrato

L’attività di raccolta netta realizzata sugli strumenti finanziari amministrati è positiva per 1,3 miliardi di euro, valore in netta crescita sia rispetto al mese di maggio sia nel confronto con giugno 2020. La liquidità netta mensile confluita su conti correnti e depositi è pari a 455 milioni, in decisa contrazione rispetto al mese di maggio (1,8 miliardi).

Le società

A livello societario la migliore raccolta del mese è del gruppo Fideuram con coltre 2,2 miliardi, seguito da Fineco con oltre 718 milioni e Mediolanum con oltre 574 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Allianz va a canestro con Geas

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

Allianz GI nel mirino della BaFin

NEWSLETTER
Iscriviti
X