Banca Generali, la sostenibilità a misura di consulente (e cliente)

A
A
A
di Redazione 2 Agosto 2021 | 09:59
Il Vice DG Marco Bernardi “Puntiamo sugli investimenti ESG per consentire ai nostri banker di ampliare le maglie della diversificazione e gestione del rischio nei portafogli dei clienti”

Non si ferma l’avanzata di Banca Generali nel segmento di mercato legato agli investimenti sostenibili. Al 30 giugno, infatti, le masse investite in soluzioni ESG dalla clientela della Banca private ammontavano a 6 miliardi di euro, pari a circa il 18% del risparmio gestito totale. Si tratta di una crescita eccezionale, pari al +71% se confrontata con il dato di giugno 2020 e addirittura del +380% rispetto allo stesso mese del 2019.

I fattori di successo degli investimenti sostenibili in Italia

Sono almeno due i fattori che stanno determinando il successo di questo tipo di soluzioni presso la clientela di Banca Generali. Il primo è legato alla gamma d’offerta che non ha eguali al momento in Italia, con ben 244 Oicr certificati ESG e 5 linee di gestione dedicate. Il secondo fattore è invece correlato al modello d’offerta di Banca Generali negli investimenti ESG. Dal febbraio 2019, infatti, la Banca ha messo a disposizione dei suoi private banker una piattaforma proprietaria che consente loro di sviluppare strategie di investimento responsabili declinati su uno o più dei 17 SDGs dell’Agenda Onu 2030 che maggiormente stanno a cuore ai clienti. Ma non solo. Grazie ad un algoritmo proprietario, la piattaforma è in grado di quantificare l’impatto concreto che il portafoglio del cliente è in grado di determinare per ciascuno degli SDGs in cui investe.

Le incognite legate alla situazione globale e i rischi di volatilità stanno spingendo i nostri private banker e wealth advisor a sviluppare portafogli con livelli di diversificazione e protezione quanto più elevati possibili, tutti elementi che sono intrinsechi nelle soluzioni di investimento Esg. Per questo motivo stiamo lavorando costantemente per ampliare il numero di soluzioni a disposizione dei nostri professionisti. Proprio in questi giorni, ad esempio, abbiamo rilasciato una serie di nuovi comparti all’interno della nostra gamma Lux Im, la metà dei quali sono certificati Esg. Si tratta di un impegno che continueremo a portare avanti anche nel futuro per contribuire a quella transizione sostenibile dalla quale il mondo del risparmio non può essere escluso” commenta Marco Bernardi, Vice Direttore Generale di Banca Generali.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, gran colpo da Azimut per il private

Banca Generali, it’s Time to change

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

NEWSLETTER
Iscriviti
X