Banche: Unicredit-Mps un pericolo all’orizzonte per gli obbligazionisti

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 10 Agosto 2021 | 10:31

L’agenzia di rating Dbrs ha tagliato il rating sul debito subordinato di Banca Mps a CCC dal precedente B (low) a causa dell’aumento del rischio che alcuni bond dell’istituto senese possano essere oggetto di un “burden sharing (ossia di una condivisione degli oneri da applicarsi in caso di dissesto in base alla procedura del diritto dell’Unione Europea disciplinata dall’articolo 132 della Direttiva UE/2014/59 Bank Recovery and Resolution Directive), nell’ambito della potenziale acquisizione della banca da parte di UniCredit.

Il quadro tecnico di Banca Mps

Dal punto di vista tecnico e in ottica di medio termine il titolo Mps appare graficamente incastrato in un ampio tranding range dallo scorso mese di marzo. Nel breve termine però i corsi potrebbero accusare una discesa se verrà confermato l’incrocio al ribasso della media mobile a 50 giorni al momento passante per quota 1,166 con successivi target a 1,124 prima, 1,10 poi e ancora in zona 1,050. oltre la resistenza a 1,20 euro obiettivi invece a 1,25 prima e 1,30 in seguito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Monte dei Paschi d’Italia, il meccanismo per limitare le perdite alla clientela retail

NEWSLETTER
Iscriviti
X