Banche: Illimity punta a rafforzarsi nel Distressed Credit. L’analisi

A
A
A
di Redazione 20 Settembre 2021 | 10:32

Illimity Bank, istituto guidato da Corrado Passera, a poco più di due anni dall’avvio dell’attività, ha raggiunto una posizione di leader nel settore italiano del Distressed Credit, grazie alla divisione guidata da Andrea Clamer. Realtà focalizzata nell’acquisto di crediti deteriorati, nel finanziamento a investitori che acquistano Npe e, attraverso la piattaforma neprix, nell’attività di gestione del credito distressed corporate e vendita degli asset sottostanti. Business che attribuisce ai big data e all’intelligenza artificiale un ruolo centrale per aumentare l’efficienza e ridurre i costi in tutta la catena del valore. Ma c’è molto di più, il piano strategico 2021-2025 presentato lo scorso 22 giugno fissa “target economici sfidanti ma alla nostra portata, alla luce dei risultati raggiunti finora”, come sottolinea Clamer. Ecco di seguito l’analisi fondamentale su Illimity bank elaborata dagli analisti di Market Insight.

      1. Andrea Clamer, Head of Distressed Credit Division in illimity, delinea le priorità strategiche
      2. L’area Distressed Credit Investment
      3. Le Special Situations
      4. L’attività di senior financing
      5. neprix, un servicer aperto anche a terze parti
      6. Intelligenza Artificiale come strumento di efficienza
      7. Andamento del primo semestre 2021
      8. Obiettivi e target

“Fin dalla nascita la divisione Distressed Credit si è focalizzata in tre ambiti: l’Investment, cioè l’investimento diretto in crediti non performing corporate, sia Npl che Utp, il Senior Financing, che ha l’obiettivo di valutare ed erogare finanziamenti a terzi investitori i quali, a loro volta, comprano crediti deteriorati, e il servicing, l’attività di gestione dei crediti deteriorati, realizzata attraverso neprix, a cui si aggiunge la vendita degli asset sottostanti”, illustra Andrea Clamer, Responsabile Divisione Distressed Credit di illimity.

“La nostra caratteristica distintiva è la capacità di gestire tutta la catena del valore: dall’Origination, alla Due Diligence, al Pricing, al Workout & Recovery, al Remarketing dei collaterals. Il tutto ci permette di avere una rilevante expertise nell’intero processo, generando sinergie in tutta la catena”, spiega il manager.

Uno degli aspetti più distintivi, che consente a illimity di avere un notevole vantaggio competitivo, è l’utilizzo dei dati secondo modelli sviluppati internamente in diverse fasi del processo.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi fondamentale su Illimity bank di Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Neodecortech: forte crescita dei ricavi e tenuta dei margini. L’analisi

Mercati: Plc vuole essere protagonista nella transizione net-zero

Mercati, Casta Diva: confermate le stime per il 2021. L’analisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X