Azimut, il fintech a misura di pmi

A
A
A
di Redazione 4 Ottobre 2021 | 14:24

Azimut, uno dei principali operatori indipendenti nel risparmio gestito in Europa, e STEP, operatore internazionale focalizzato sui servizi digitali alle imprese, annunciano l’avvio sul mercato italiano di una nuova iniziativa, Azimut Marketplace, una innovativa realtà fintech che applica il modello delle piattaforme elettroniche ai servizi digitali per le piccole e medie imprese.

Azimut Marketplace by Step punta ad essere il punto di accesso privilegiato per le PMI a una serie di servizi finanziari delle migliori società di tecnologia finanziaria presenti sul mercato – tra cui società fintech collegate al Gruppo Azimut – attraverso una piattaforma digitale, semplice e sicura, che sfrutta appieno le potenzialità della direttiva PSD2, Payment Services Directive 2 e dell’open banking.  

Questa nuova iniziativa nasce da una duplice considerazione: da una parte le crescenti difficoltà per le aziende di accedere a servizi finanziari adeguati e dall’altra l’aumento sul mercato dell’offerta fintech di soluzioni verticali molto efficaci che mancano, tuttavia, di un unico punto di accesso dove gli imprenditori possano trovare la soluzione fintech di cui necessitano.

Con Azimut Marketplace le PMI possono accedere, da un unico punto di ingresso, ai servizi di società terze, debitamente autorizzate, tra cui:

  • operazioni di finanza straordinaria (minibond ed equity) per supportare i progetti di crescita, strutturate da Azimut Direct, la fintech del Gruppo Azimut dedicata all’economia reale;
  • aggregazione conti italiani e stranieri, integrazione con la fatturazione elettronica e digital CFO e soluzioni di finanza agevolata di CRIF;
  • Instant lending di October che permette alle aziende di richiedere un prestito in pochi secondi con un processo completamente digitale;
  • le soluzioni digitali di Workinvoice per finanziare il circolante, in particolare l’anticipo fatture, che permette alle aziende di ricevere il 90% dell’importo delle proprie fatture in 48 ore;
  • soluzioni di gestione dei flussi di cassa a livello internazionale offerte da Ebury, una delle principali società fintech leader a livello europeo e attiva in 23 Paesi nel mondo, specializzata in pagamenti ed incassi in oltre 130 valute e nella gestione del relativo rischio di cambio, attraverso servizi completamente digitali e senza commissioni di trasferimento;
  • accettazione di pagamenti digitali di Satispay, realtà consolidata del panorama fintech italiano con oltre 2 milioni di clienti privati e 165 mila esercenti convenzionati;
  • servizi di valore aggiunto per l’impresa offerti da Amazon, la più grande big tech al mondo.

 

La piattaforma, già attiva e testata con oltre duecento aziende registrate, costituisce un vero e proprio ecosistema fintech completo ed aperto a tutte le imprese tramite il sito web azimutmarketplace.it. La registrazione è gratuita, immediata e avviene tramite selfie e scannerizzazione automatica dei documenti in soli 5 minuti. 

Nei prossimi mesi – una volta ottenute le ulteriori autorizzazioni in corso di richiesta – la piattaforma si arricchirà di ulteriori servizi a partire dai conti correnti per le imprese.

Secondo le stime elaborate da Azimut e dal team di Azimut Marketplace, oggi circa il 98% delle aziende fruiscono di servizi finanziari digitali, con una forte accelerazione del trend negli ultimi 18 mesi. Esponenziale anche la crescita dei prestiti fintech alle imprese che nel primo semestre 2021 in Italia ha registrato una crescita di +201%*. Dati che dimostrano quanto il contesto attuale sia favorevole all’innovazione proposta da Azimut Marketplace che ha l’obiettivo di raggiungere 82.000 clienti entro la fine del 2026.

Per Azimut questo progetto si inserisce nel più ampio impegno di sostegno alle PMI e all’economia reale che ha già raccolto 3,5 miliardi di euro tra prodotti di private equity, private debt, venture capital e real estate in parte già investiti in circa 200 aziende, di cui 120 in Italia e 80 nel mondo.

Paolo Martini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Azimut Holding, ha così commentato questa iniziativa: “Dopo aver democratizzato gli investimenti in economia reale con Azimut Libera Impresa, ora rendiamo più accessibili i servizi finanziari per le PMI. La tecnologia e le piattaforme digitali di eCommerce hanno rivoluzionato molti settori, dai viaggi alle compravendite immobiliari, agli acquisti on line, Azimut Marketplace ha le potenzialità per trasformare quello dei servizi finanziari e bancari grazie a una riduzione della complessità e dei costi e a un aumento della velocità dei processi e dell’efficienza complessiva. Si tratta di una vera rivoluzione in ambito fintech a supporto dei 5 milioni di aziende in Italia.”

Marco Montagnani, Amministratore Delegato di Azimut Marketplace, ha aggiunto: “Azimut Marketplace by STEP è il nuovo ecosistema fintech interamente dedicato alle piccole e medie imprese. Da oggi gli imprenditori italiani hanno a disposizione un unico punto di riferimento nel quale trovare le soluzioni più efficaci, convenienti e digitali alle loro principali necessità finanziare, e non solo. Il modello marketplace consente di sfruttare appieno le nuove tecnologie digitali che, unite all’open banking come fattore abilitante, rendono possibile una piattaforma customer centric e completamente gratuita. Azimut Marketplace è una unique selling proposition che semplifica la vita delle piccole e medie imprese grazie ai migliori partner digitali presenti sul mercato, pensata e realizzata insieme ai clienti e per i clienti”.

Giorgio Medda, Amministratore Delegato di Azimut Holding e Global Head of Asset Management del Gruppo, ha dichiarato: “L’industria dell’asset management è destinata ad assumere un ruolo sempre più importante nel sistema economico allocando i capitali pazienti degli investitori privati in modo da soddisfare i fabbisogni finanziari delle imprese e sostenerne la crescita. Una evoluzione che in Azimut abbiamo intrapreso da tempo e che oggi ci porta a gestire 3,5 miliardi di euro di asset sui private market con oltre 25.000 clienti. Ci presentiamo ora al mercato con un’offerta per le imprese ancora più completa ed integrata, da una parte i servizi di Azimut Marketplace e dall’altra il progetto indicato come Banca Sintetica che, rafforzatosi con la costituzione di Azimut Direct, ha già erogato quest’anno finanziamenti per 300 milioni di euro con un obiettivo per il 2022 di 1,1 miliardi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut LI, un nuovo investimento all’insegna della digitalizzazione

Banche e reti, investimenti senza rivali

Azimut: record storico per utile e masse

NEWSLETTER
Iscriviti
X