Credem, al via i seminari sui leader d’opinione

A
A
A
di Redazione 14 Ottobre 2021 | 10:48

Prosegue la collaborazione tra la struttura di Media Relation del Gruppo Credem e l’Università Cattolica all’interno di Opinion Leader 4 Future, progetto che punta ad analizzare i diversi ruoli che possono assumere i leader d’opinione nei processi di circolazione delle informazioni e creazione del consenso nel panorama nazionale ed internazionale. In particolare, il 15 ottobre prenderà il via un ciclo di cinque incontri online all’interno del corso di “Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse” presso l’Università Cattolica, con l’obiettivo di far dialogare i due punti di vista fondamentali del progetto: ricercatori e opinion leader.

Questo ciclo di seminari si inserisce nella linea divulgativa di Opinion Leader 4 Future, che ha come fine ultimo quello di rendere disponibili i risultati delle ricerche al pubblico, per alimentare la consapevolezza sulle tematiche inerenti alla comunicazione e all’informazione nel mondo digitale. Proprio in quest’ottica è stata ideata anche l’iniziativa del “Glossario”, una serie di approfondimenti articolati in dieci video pillole inerenti a concetti specifici del mondo degli opinion leader, che si è conclusa negli scorsi giorni. Inoltre, per fornire supervisione scientifica alla ricerca e supporto alle attività di relazione con le istituzioni e con il pubblico, è stato costituito un comitato consultivo di esperti (Advisory Board), che si è riunito per la prima volta lo scorso 22 settembre durante l’evento pubblico sul tema “Come costruire insieme la nuova normalità, media e comunicazione al servizio della ripresa”.

Il primo seminario di Opinion Leader 4 Future è previsto per il 15 ottobre alle ore 15, sul tema “Next normal information”. I protagonisti saranno Maria Luisa Bionda (Fondatrice dell’Istituto 2b Research), Alessandro Tommasi (CEO di Will Media) e Silvio Malvolti (Fondatore dell’Associazione Italiana “Giornalismo Costruttivo”). Daniele Morlini, Responsabile Corporate Governance e Relazioni Esterne presso Credem Banca, aprirà i lavori insieme a Mariagrazia Fanchi, direttrice dell’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo, e a Sara Sampietro, assegnista di ricerca dell’Università Cattolica.

Nel corso degli incontri successivi saranno analizzati i molteplici ruoli  che possono ricoprire gli opinion leader, in base alle comunità a cui si rivolgono, alle competenze professionali che detengono, alle generazioni a cui appartengono. Nello specifico, il secondo incontro avrà luogo il 22 ottobre e indagherà ciò che viene definito “Diversity Leader” con Diversity Lab, no profit impegnata nel diffondere la cultura dell’inclusione, insieme a tre influencer impegnate sulle stesse tematiche: Valentina Tomirotti e Chiara Bucello. L’incontro del 29 ottobre invece verterà sul tema “Expert Opinion Leader”, con la partecipazione di Pecuniami, creatrice di contenuti digitali riguardanti l’informazione finanziaria. Il quarto incontro sarà il 5 novembre e andrà ad approfondire gli “Alphaleader”, ovvero gli opinion leader appartenenti alla generazione alpha (giovani nati dal 2010 in poi), con l’intervento di Tecla Maffioli e Daniela Fujani (Istituto Tips Ricerche) e di Elezerowaste, giovane adolescente che si occupa di sensibilizzazione sul tema della sostenibilità. Il quinto e ultimo incontro, che si terrà il 12 novembre, avrà come ospiti gli “Elderly influencers” (opinion leader più anziani), in particolare Licia Fertz ed Emanuele Usai, che dialogheranno con Elisabetta Locatelli (docente di Media e reti sociali) e  Simone Carlo (Ricercatore Università Cattolica).

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento di questa progetto”, ha dichiarato Daniele Morlini, Responsabile Corporate Governance e Relazioni Esterne presso Credem Banca, “e siamo convinti che sia fondamentale continuare a impegnarsi sul fronte della cooperazione con il mondo accademico, promuovendo iniziative di scambio di conoscenze e competenze. Credo che un elemento fondante di questa iniziativa, oltre alla produzione di contenuti di ricerca tramite la collaborazione con l’Università, sia la divulgazione dei risultati ottenuti. Questo ciclo di convegni costituisce un’occasione importante per permettere di aumentare la consapevolezza su meccanismi complessi, e restituire un utile bagaglio di conoscenze che rendano più semplice navigare la realtà in cui viviamo.”

“Informare in modo costruttivo, generare valore, creare reti sono i tre temi intorno a cui ruota la seconda annualità di Opinion Leader 4 Future”,  ha dichiarato Mariagrazia Fanchi, Direttrice dell’Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo. “La complessità e la fatica dei processi di costruzione dell’opinione emersa nel corso del primo anno di ricerca e, insieme, le molte e positive pratiche attraverso cui i soggetti, anche i più giovani fra noi, selezionano e condividono le informazioni, prendono posizione e maturano scelte, hanno evidenziato la necessità di rafforzare il tratto operativo del progetto, creando consapevolezza, mettendo a disposizione strumenti, dialogando con i policy maker e il Legislatore. Il workshop sulle nuove forme dell’opinion leading interpreta questa esigenza, attraverso il confronto con un gruppo di leader di opinione che hanno saputo individuare forme nuove, inclusive e plurali, di comunicazione e di costruzione del consenso”.

La ricerca Opinion Leader 4 Future (LINK) è nata, come collaborazione tra le Media Relation del Gruppo Credem e l’Università Cattolica (Almed) con il fine di esaminare le dinamiche di costruzione dell’opinione che si sviluppano all’interno del contesto sociale, ricostruendo i diversi modelli di diffusione dell’informazione, di costruzione della reputazione e di attivazione della fiducia. Tale analisi è giunta ormai al suo secondo anno di attività, in cui sono stati fatti approfondimenti sull’educazione finanziaria, la generazione Zeta e le modalità informative degli italiani durante la pandemia. Il progetto si articola in quattro pilastri: ricerca, diffusione dei risultati, rapporto con le istituzioni e promozione delle azioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, un nuovo modello per la consulenza assicurativa

Credem, in decisa crescita utile, prestiti e raccolta

Credem, ecco come crescerà la rete

NEWSLETTER
Iscriviti
X