Lady Doris, una plus di 70 milioni

A
A
A
di Andrea Giacobino 25 Ottobre 2021 | 09:39

Lady Doris vede ingrossare il suo tesoro a circa 84 milioni di euro. E’ salito infatti a 84,4 milioni il patrimonio netto della T-Invest, cassaforte di Lina Tombolato (nella foto col marito), moglie di Ennio Doris, fondatore di Banca Mediolanum di cui sarà a breve presidente onorario con l’assemblea del prossimo 3 novembre, dopo la decisione presa qualche settimana fa dall’assemblea del socio unico di riportare a nuovo l’intero utile di 1,1 milioni di euro segnato nel bilancio chiuso allo scorso maggio. Dal rendiconto si evince che le immobilizzazioni finanziarie sono in carico a 193,3 milioni: ciò significa che gli oltre 50 milioni di titoli Mediolanum presentano una plusvalenza potenziale di quasi 270 milioni rispetto ai prezzi attuali di borsa. In T-Invest c’è il 6,8% dei diritti di voto della banca di cui la moglie di Doris detiene un altro 3,1% in usufrutto. I due pacchetti fanno parte del patto parasociale che i membri della famiglia Doris (padre, madre e i figli Annalisa e Massimo) hanno firmato lo scorso 13 novembre del 2019 blindando il 40,37% dei diritti di voto della banca. Amministratore unico di T-Invest è il banchiere Maurizio Carfagna, da sempre vicino ai business dei Doris per conto dei quali siede anche nel consiglio d’amministrazione di Mediobanca.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, si gonfiano i cuscini antiperdite

Mps, due soluzioni per renderla appetibile

Banche regionali, il fintech è un toccasana

NEWSLETTER
Iscriviti
X