Banca Ifis, premiano Commercial e Banking

A
A
A
di Redazione 5 Novembre 2021 | 11:30

Banca Ifis ha migliorato ricavi e profitti nei primi nove mesi del 2021, e rivisto al rialzo la guidance per l’intero esercizio.

Il Margine di intermediazione al 30 settembre 2021 è stato 449,2 milioni di euro, in crescita del 39,6% sullo stesso periodo del 2020 grazie a migliori performance del Settore NPL e alla dinamicità del Settore Commercial & Corporate Banking. L’utile netto di pertinenza della capogruppo è stato pari a 80,2 milioni di euro, +53,2% rispetto ai 52,3 milioni di euro al 30 settembre 2020. Il CET1, calcolato escludendo l’utile dei primi nove mesi, si è attestato a 11,68% in crescita rispetto all’11,29% del 31 dicembre 2020.

Frederik Geertman, AD di Banca Ifis: “I risultati dei primi nove mesi confermano la capacità della Banca di presidiare con efficacia specifici business e di cogliere le opportunità offerte dal mercato in sensibile ripresa. L’utile netto di periodo di pertinenza della capogruppo, pari a 80,2 milioni di euro, va oltre le nostre aspettative; il risultato, calcolato al netto della PPA e delle plusvalenze straordinarie legate alla cessione dell’immobile milanese, è superiore del 25% rispetto allo stesso periodo del 2019 e di circa 5 volte quello del 2020. I ricavi industriali del periodo sono cresciuti a doppia cifra raggiungendo quota 449,2 milioni di euro, sostenuti dal nuovo mix del portafoglio commerciale e dalle ottime performance del Settore NPL. I ricavi, al netto della PPA (pari a 21,5 milioni di euro) hanno registrato il massimo storico. Arrivano segnali positivi dai crediti in moratoria, con il 74% dei clienti di Banca Ifis che ha ripreso regolarmente i pagamenti. I rimanenti crediti in moratoria, pari a 211 milioni di euro, sono principalmente costituiti da crediti in leasing, con sottostante veicoli, beni strumentali e mutui principalmente garantiti dallo Stato. Nei primi nove mesi dell’anno i recuperi di cassa sui portafogli NPL acquistati hanno raggiunto il massimo storico e si attestano a 252 milioni di euro (+38% rispetto ai 183 milioni di euro dei primi nove mesi 2020) a conferma della resilienza del portafoglio alla crisi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Ifis, l’azionista di controllo si trasferisce in Svizzera

Investimenti: il 70% delle PMI stima ricavi in crescita nel prossimo biennio

Mercati, Ftse Mib al test di una trendline cruciale

NEWSLETTER
Iscriviti
X