Consulenti, arriva il team multidisciplinare per lavorare meglio

A
A
A
di Matteo Chiamenti 17 Novembre 2021 | 11:18

Ho già sentito di consulenti finanziari che si sono organizzati in team esclusivamente di consulenti finanziari. Ma si può fare di meglio. Il futuro dei consulenti finanziari potrà essere soltanto multidisciplinare. I risparmiatori cercano risposte a cui bisogna rispondere in modo professionale. Vuoi perché i clienti hanno una bassa competenza finanziaria e quindi chiedono indicazioni anche su campi che escono dalle competenze dei consulenti, vuoi perché, al contrario, hanno esigenze complesse e molto più estese rispetto alla semplice costruzione di portafogli.

Il CB Point è una risposta a questa evoluzione del mercato. Si tratta di una forma associativa senza scopo di lucro tra consulenti finanziari e non solo. L’iscrizione è gratuita e consente di diventare parte integrante di un team multidisciplinare, che può offrire servizi differenziati sia alla clientela sia ai consulenti stessi.

Il CB Point ha stipulato convenzioni e accordi con studi legali, studi di commercialisti e altri consulenti, al fine di assistere la clientela dei professionisti associati con servizi qualificati, per problematiche di carattere nazionale e internazionale. Il CB Point è un tavola rotonda tra consulenti finanziari che credono in questo lavoro e cercano il confronto interaziendale, per facilitare il proprio lavoro ed essere al passo dei tempi. Il CB Point assume iniziative utili a favorire l’attività dei consulenti finanziari, presentando presso le sedi competenti (Consob, OCF, altri) proposte e suggerimenti che hanno l’obiettivo di migliorare la trasparenza, la protezione degli investitori e la competitività del consulente finanziario. Il CB Point facilita l’attività di formazione specialistica per i soci con iniziative di educazione finanziaria, campagne di promozione della figura del consulente finanziario e ogni altra iniziativa utile a favorire il corretto impiego del risparmio. In giro ci sono iniziative che nessun manager della propria azienda conosce e se le conosce tanto meno le viene a dire al consulente che cerca di essere al passo coi tempi.

Tra i soci ci sono colleghi con grandi portafogli legati mani e piedi alla propria mandate fino alla pensione, consulenti finanziari che temono di essere lasciati a casa perché non hanno un grande parco clienti, consulenti finanziari a fine carriera che valutano come meglio monetizzare il proprio portafoglio consulenti finanziari che vogliono conoscere iniziative e progetti che sono in corso direttamente raccontate da colleghi e tutti vi trovano opportunità di sviluppo professionale.

Trovo paradossale che spesso parli del lavoro del consulente finanziario chi non ha mai svolto la professione e che, in molti casi, a comandare siano manager spregiudicati a cui interessa il proprio tornaconto che spesso è inversamente proporzionale a quello dei consulenti finanziari e dei clienti.  Al contrario, l’unico professionista che ha realmente a cuore l’interesse del cliente è proprio il consulente finanziario, perché il successo del cliente è il suo successo, eppure non ha alcun diritto e soltanto obblighi, essendo legato a un mandato d’agenzia da terzo mondo.

Il rischio reale che la figura del consulente finanziario come inteso fino ad oggi si estingua, ci sono già filoni di pensiero molto credibili in questo senso che indicano la trasformazione silenziosa in atto che in pochi hanno capito. Tutto questo può avvenire per l’assenza di un’associazione di categoria o meglio di un sindacato dei consulenti finanziari autorevole e senza condizionamenti.

Si parlerà anche di questo nel corso del convegno in programma all’IT Forum Milano 2021, dal titolo “Guadagnare sui mercati OGGI”, al Palazzo delle Stelline di Milano, in sala Solari alle 14.30, e al Desk Point dedicato.  Interverranno Nicola Scambia, consulente finanziario, autore del libro Guadagnare in fondi OGGI e del thriller finanziario JACKFLY, e Manlio Marucci, Presidente Federpromm, che parlerà dei diritti dei consulenti finanziari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il consulente incompetente

NEWSLETTER
Iscriviti
X