Banche: possibili tagli a UniCredit. Ma non nella rete commerciale

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 2 Dicembre 2021 | 10:54

UniCredit, secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, starebbe valutando la riduzione di circa 3mila posti di lavoro attraverso uscite “volontarie”. L’annuncio potrebbe essere fatto in occasione della presentazione del nuovo piano strategico in calendario giovedì 9 dicembre.

Più nel dettaglio, sempre secondo quando riportato dal giornale, si tratterebbe di uscite concentrate quasi integralmente nelle strutture centrali, in particolare nella sede di Piazza Gae Aulenti a Milano.

L’obiettivo, dell’ad Orcel sarebbe quello di mettere in pratica un processo di sburocratizzazione dell’istituto, lasciando invece integra la rete commerciale sui cui il ceo intende spingere con un piano di crescita rispetto alle masse.

Le uscite “volontarie” prederebbero esclusivamente la forma di pre-pensionamenti con scivoli fino a sette anni e dovrebbero includere, sempre secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, anche tagli di 500-600 unitità per i network della banca extra Ue.

Le potenziali uscite potrebbero comunque essere compensate dall’entrata di un numero ancora non definitivo di giovani.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Mps: proseguono contatti con le autorità sul Piano Industriale

Credit Suisse, cadute e riorganizzazioni

Unicredit, prima i conti poi il piano

NEWSLETTER
Iscriviti
X