Credem, tre fondi per fare un pieno di gestito

A
A
A
di Redazione 17 Gennaio 2022 | 11:40

Ammonta a 723 milioni di euro la raccolta complessiva realizzata dalle reti distributive del Gruppo Credem (Polo Private Banking di Gruppo e Business Unit Commerciale Credem), per i tre nuovi fondi lanciati da Euromobiliare Asset Management Sgr lo scorso mese di ottobre. Si tratta in particolare di prodotti focalizzati sugli investimenti nelle aziende leader operanti nel wellness e nel benessere della persona (“Euromobiliare Salute & Benessere ESG”), nelle politiche di ripresa economica (“Euromobiliare Next Generation ESG”) e nel credito high yield con focus sui mercati emergenti (“Euromobiliare Progetto 2027”).

Più in dettaglio, il fondo Euromobiliare Salute & Benessere ESG ha raggiunto una raccolta di 301 milioni di euro ed è un prodotto tematico ad accumulo graduale di azionario che investe nelle aziende leader operanti nel wellness e nel benessere della persona ed è focalizzato su tre temi di investimento principali: salute, alimentazione sana e cura della persona e tempo libero. Il prodotto è classificato come articolo 8 ai sensi della regolamentazione comunitaria sulla disclosure sugli investimenti sostenibili (direttiva SFDR) e adotta un processo di investimento ESG  (ESG – Environmental, Social e Governance) basato su un modello di rating proprietario. Euromobiliare Next Generation ESG ha totalizzato 265 milioni di euro di raccolta ed investirà principalmente in Europa e negli Stati Uniti, selezionando  titoli azionari e settori che più beneficeranno della ripresa economica post-covid e degli interventi di politica fiscale di questi governi. Anche tale prodotto promuove caratteristiche ambientali, sociali e di governance in linea con quanto previsto dall’articolo 8 SFDR identificando emittenti in grado di generare risultati sostenibili nel tempo. Euromobiliare Progetto 2027, che ha raggiunto 157 milioni di euro di raccolta, è un fondo obbligazionario con orizzonte temporale definito che investirà principalmente nel credito high yield, con focus sui mercati emergenti. Il prodotto sarà diversificato sia a livello settoriale sia a livello geografico, con portafoglio costruito per cogliere le migliori opportunità offerte dai mercati obbligazionari.

“In questo periodo particolare e delicato”, ha dichiarato Massimo Arduini, Responsabile Commerciale Credem Banca, “abbiamo scelto di affidarci a soluzioni da proporre alla nostra clientela che investono su temi di grande rilevanza come la salute, l’alimentazione, la cura della persona e in tutti quei settori che più beneficeranno della ripresa economica, con un’attenzione particolare ai profili di sostenibilità. Gli importanti risultati di raccolta ottenuti dalle reti commerciali di Credem”, ha aggiunto Arduini, “con un contributo particolarmente significativo da parte della consulenza finanziaria nello specifico per i prodotti più evoluti Next Generation e Salute & Benessere, sono la concreta testimonianza di quanto sia importante essere sempre più vicini ai clienti offrendo una consulenza di alto livello e affiancandoli verso scelte consapevoli, coerenti con i propri bisogni, con il proprio profilo di rischio ed orizzonte temporale”, ha concluso Arduini.

Il Gruppo Credem, tra i principali istituti bancari italiani e tra i più solidi d’Europa, è quotato alla Borsa Italiana ed ha un total business al 30 settembre 2021, tra raccolta complessiva e prestiti, pari a quasi 120 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, dalla convention arriva un nuovo brand per i consulenti

Credem, una newsletter sull’informazione

Credem, novità ai piani alti del wealth management

NEWSLETTER
Iscriviti
X