Investire in stampe e multipli

A
A
A
di Stefano Porrone 29 Luglio 2008 | 16:45
Non solo dipinti dei più importanti artisti del XX secolo, oggi si può investire nei grandi nomi dell’arte internazionale collezionando stampe e multipli, un segmento per tutte le tasche (le stime molto basse vanno dai 300 ai 18 mila dollari).

Infatti il 31 luglio alla Christie’s di New York verrà proposta una vendita molto interessante che attirerà molti appassionati e collezionisti alle prime armi.Si tratta della “Prints & Multiples” che metterà all’incanto ben 357 lotti.

Tra i pezzi più importanti che verranno messi in vendita “Marilyn (Announcement)” (nella foto), una litografia a colori del 1981, pubblicata da Castello Graphics a New York per pubblicizzare la mostra “Andy Warhol A Print Retrospective” che verrà presentata alla vendita newyorchese con una stima compresa tra i 12 e i 18 mila dollari. Un soggetto straordinario di cui Warhol, nell’arco della carriera, si dedicò molto.

Marilyn Monroe morì nel mese di agosto nel 1962. Nei seguenti quattro mesi Andy Warhol iniziò a dedicarsi a più di venti serigrafie aventi come protagonista l’attrice statunitense, tutte basate sulla stessa fotografia della Monroe nel film Niagara del 1953.
 
Molto interessanti risultano le stampe dell’artista francese Pierre Auguste Renoir, come ad esempio: “Femme me couchèe (Tournèe a droite)” (stima 2-3 mila dollari), “Ambroise Vollard, from Douze lithographies originales de Pierre-Auguste” (stima 2,5-3,5mila dollari) e “Femme au cep de vigne: four plates from Douze Lithographies” (stima 4-6mila dollari).


Oltre alle opere di Renoir menzioniamo anche dei bellissimi lavori eseguiti all’inizio del Novecento. Si può investire anche in  Henri de Toulouse-Lautrec.

Da non lasciarsi scappare è “A collection of song sheets” che partirà da una valutazione di 4-6mila dollari. Ma ricordiamo anche: “Les Danseuses (Fond Jaune)” di Fernand Lèger; stimato 3-5mila dollari; “Women” di Joan Mirò che parte da una stima di 4-6mila dollari; “Lettera amorosa: on plate” di Georges Braque valutato tra i 3-5mila dollari e “L’Aube” di Marc Chagall, presentato con una stima di 5-7 mila dollari.

La selezione dell’asta di Christie’s si caratterizza anche per un’importante presenza di Pablo Picasso. Tra queste sicuramente spicca “Joie Maternelle” e “Au Cabaret” (entrambi stimati 8-12 mila dollari)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Arte da condividere

Eredità di valori

Maastricht: Per 10 giorni capitale mondiale dell’arte

NEWSLETTER
Iscriviti
X