Banche, Bper: utile e dividendo 2021 in crescita. In rosso però il 4° trimestre

A
A
A
di Redazione 9 Febbraio 2022 | 09:28

Bper ha chiuso il 2021 con un utile di 525,1 mln di euro, valore più che raddoppiato rispetto all’esercizio precedente e proporrà un dividendo cash di 6 centesimi per azione. Il quarto trimestre tuttavia ha registrato un rosso di oltre 61 milioni. Il Common Equity Tier 1 (CET1) ratio Phased In proforma è pari a 14,5%.

“Sul fronte dei costi l’esercizio è stato caratterizzato da diverse componenti straordinarie connesse anche alla crescita del perimetro del gruppo”, ha sottolineato l’aad, Piero Luigi Montani a commento di una anno che ha visto la banca integrare gli sportelli ex Ubi ceduta da Intesa.

“Nel 2022 ci aspettano sfide importanti, vogliamo proseguire nel nostro percorso di crescita continuando a migliorare i fondamentali della Banca”, ha aggiunto il numero uno dell’istituto modenese che si prepara ad acquistare Carige. “I risultati – ha inoltre affermato Montani – costituiscono una solida base per il nuovo piano industriale“.

La raccolta diretta da clientela si attesta a 101,4 miliardi di euro (+3,5% rispetto a fine settembre 2021). All’interno dell’aggregato la componente principale è rappresentata dalla raccolta da clientela ordinaria che ammonta a 96,2 miliardi di euro, costituita principalmente da conti correnti e depositi per 91,9 miliardi di euro, in aumento del 2,6% rispetto al trimestre precedente. La raccolta indiretta da clientela raggiunge 166,3 miliardi di euro, in leggera crescita rispetto a fine settembre 2021 (166,2 miliardi).

I crediti lordi verso la clientela sono pari a 82 miliardi di euro (+3,3% da fine settembre 2021), di cui crediti performing per 78 miliardi di euro (+4% da fine settembre 2021) e crediti deteriorati per 4 miliardi di euro (-8,2% da fine settembre 2021). L’incidenza di questi ultimi sul totale dei crediti lordi (NPE Ratio lordo) è pari al 4,9%, in ulteriore calo rispetto al 5,5% di fine settembre 2021 (7,8% a fine 2020), grazie ad ulteriori cessioni di crediti deteriorati finalizzate nel 4° trimestre 2021. Con riferimento alla composizione dei crediti deteriorati lordi, le sofferenze sono pari a 2 miliardi di euro (-14,3% t/t); le inadempienze probabili si attestano a 1,9 miliardi di euro (+0,5% t/t); i crediti scaduti ammontano a 127,8 milioni di euro (-20,1% t/t).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X