Consulente dalle Poste a Fideuram, senza rimpianti

A
A
A
di Redazione 15 Febbraio 2022 | 10:13

Chiudiamo il cerchio sul dibattito in riferimento all’articolo Io, consulente di Poste, vi scrivo perché non cambierei mai società e alla risposta Consulente delle Poste, l’intervento a gamba tesa dell’ex manager di rete grazie all’interessante contributo inviatoci da Pierluigi Baschieri, private banker di Fideuram. Per lui un percorso professionale iniziato proprio in Poste Italiane…

Credo di avere l’esperienza giusta per rispondere al consulente delle Poste ed a quanto ha affermato nel suo intervento recente. 

Dico questo in quanto ho lavorato in Poste Italiane per ben 21 anni, prima di licenziarmi, nel 2001, per iniziare la professione di quello che allora si chiamava ancora Promotore Finanziario. 
Penso immaginiate come non sia stato affatto facile fare quel passo, ma oggi, a distanza di oltre 20 anni, posso affermare con decisione che si è trattato di una scelta eccezionalmente giusta, della quale vado fiero.
Quindi non solo non provo invidia per il consulente postale ma piuttosto compassione e tristezza per la posizione che riveste.
Non dico questo soltanto per la modesta retribuzione di cui si deve accontentare ma soprattutto per il fatto che è costretto, anche se sembra non rendersene conto,  ad operare senza un minimo di autonomia e condizionato dalle dinamiche perverse e odiose che si instaurano in quel contesto lavorativo. Un contesto dove non conta il merito ma la capacità di entrare nelle grazie dei propri superiori, il conformismo opportunista che ti costringe ( altro che conflitto di interesse sui prodotti) ad omologarti ad un sistema inefficiente, analogo a tutti i sistemi vigenti in quegli Enti che, ancorché provino a presentarsi come realtà dinamiche ed innovative, restano sempre e comunque dei carrozzoni.
Quindi, concludendo, pur nel rispetto di ogni opinione, non ritengo plausibile nemmeno una comparazione tra le due posizioni lavorative in questione, tanto sono diverse tra loro per prestigio, responsabilità, remunerazione e prospettive di carriera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti