Fineco: la raccolta non ha paura

A
A
A
di Redazione 6 Aprile 2022 | 10:37

Nel mese di marzo la raccolta netta di Fineco si è attestata oltre 1,2 miliardi di euro, evidenziando ancora una volta la solidità del percorso di crescita del gruppo anche in una fase di mercato particolarmente complessa.

L’asset mix conferma la robustezza della componente gestita che registra flussi positivi per 329 milioni di euro, favoriti dalla capacità della rete di consulenza di affiancare i clienti in una pianificazione di lungo periodo. La componente amministrata si attesta a 422 milioni, mentre la diretta è 456 milioni.

Nel primo trimestre la raccolta netta supera così i 2,8 miliardi, di cui  930 milioni gestiti.

A conferma della capacità del modello di business di generare ricavi in ogni situazione di mercato, i ricavi del brokerage in marzo sono stimati a 22 milioni, in un mese in cui la volatilità si è concentrata solo nei primi giorni. Da inizio anno i ricavi del brokerage sono stimati in circa 60 milioni.

Alessandro Foti, ad e Direttore Generale di Fineco, ha dichiarato: “Anche marzo registra un dato molto positivo per la raccolta, confermando il trend molto deciso dei mesi precedenti nonostante un contesto particolarmente complesso. Si tratta di un’ulteriore conferma che proprio nei momenti di maggiore incertezza Fineco rappresenta un punto di riferimento per i propri clienti, grazie al costante impegno dei nostri consulenti nell’affiancare i clienti e nel gestirne l’emotività. Sempre molto apprezzate le soluzioni innovative e diversificate create da Fineco AM, in particolare quelle che consentono un accesso graduale ai mercati, perché in grado di contenere le oscillazioni tipiche di queste fasi stimolando i risparmiatori a investire nell’economia reale”.

Fineco AM, raccolta retail oltre 250 milioni, masse a 25,5 miliardi

Fineco Asset Management nel mese di marzo ha registrato circa € 251 milioni di raccolta retail, con un forte interesse della clientela in particolare per la famiglia dei fondi in delega FAM Series. La raccolta progressiva al 31 marzo 2022 è pari a € 802 milioni per le classi retail (+8% a/a) e a € 1,1 miliardi per quelle istituzionali (+157% a/a), portando le masse complessive di FAM a € 25,5 miliardi: € 15,2 miliardi nella componente retail (+33% a/a) e € 10,2 miliardi in quella istituzionale (+59% a/a).

Patrimonio totale sfiora 107 miliardi, Private Banking oltre 47 miliardi

Il Patrimonio totale è pari a € 106,8 miliardi, con una crescita dell’10% rispetto a marzo 2021. In particolare, le masse del Private Banking si attestano a € 47,1 miliardi, con una crescita del 13% rispetto a € 41,8 miliardi di marzo 2021.
I Guided Products & Services registrano € 321 milioni di raccolta a marzo, portando il totale da inizio anno a € 843 milioni. L’incidenza rispetto al totale AuM è salita al 76% rispetto al 74% di un anno fa.

In marzo 9.200 nuovi clienti

Nel mese di febbraio sono stati acquisiti 9.182 nuovi clienti, confermando il trend di miglioramento della base della clientela maggiormente interessata ad investire, con il contestuale aumento dei total financial asset relativi ai nuovi conti aperti. Il numero dei clienti totali al 31 marzo 2022 si è attestato a 1.444.710.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X