Assoreti, il risparmio amministrato cala a 221 miliardi di euro

A
A
A
di Redazione 5 Agosto 2008 | 15:30
Assoreti informa che nel secondo trimestre dell’anno, la raccolta netta delle reti di promotori finanziari è stata positiva per 221,5 milioni di euro, anche se ha registrato una diminuzione rispetto ai valori di fine 2007 (235,7 miliardi).

I dati, pubblicati dall’associazione guidata da Antonio Spallanzani, registrano una flessione del risparmio gestito pari al 3,5% e una rappresentatività del 69,9% sul patrimonio totale. L’amministrato, invece, mostra un incremento del 3,1% portando la propria incidenza al 30,1%, con la componente di liquidità che ha raggiunto i 20,7 miliardi (9,3% del patrimonio).

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente negativa dell’1,9% s 79,7 miliardi di euro ed un’incidenza sul patrimonio totale del 36%.

I fondi di diritto italiano vedono diminuire il loro peso (11,4%) mentre quello degli OICR di diritto estero si è mantenuto stabile al 21,72%. Lieve incremento dei patrimoni per i fondi di fondi. Le gestioni patrimoniali individuali in quote di fondi, invece, sono scese sotto la quota dell’8% in termini di incidenza sul portafoglio totale, mentre le GPM con 8,2 miliardi di euro incidevano per il3,7%.

I prodotti assicurativi e previdenziali
, con un patrimonio di 49,5 miliardi di euro, continuano a segnare una buona tenuta rispetto marzo con un peso sul patrimonio totale del 22,3%.

Il risparmio amministrato si è mantenuto su importi consistenti. Il portafoglio titoli ha raggiunto un valore complessivo di 46 miliardi, arrivando a rappresentare il 20,8% del patrimonio complessivo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assoreti, la raccolta è sempre più bella

Assoreti: nella relazione 2020 la sintesi di un anno eccezionale

New Generation Plan, il resoconto dell’evento Assoreti

NEWSLETTER
Iscriviti
X