Consulenti: le sanzioni e la legittimità dell’Ocf

A
A
A
di Redazione 12 Maggio 2022 | 10:09

A cura di Fabrizio Tedeschi

I tribunali di Bologna e Torino hanno statuito la legittimità dei poteri sanzionatori in capo all’Ocf. La questione era insorta in merito all’applicazione della direttiva Mifid 2 così come recepita nell’ordinamento italiano. Essa prevede la possibilità di delegare poteri discrezionali delle autorità locali ad altre autorità escludendone i privati. L’Ocf è un’associazione di diritto privato e le sono stati delegati da Consob poteri discrezionali e sanzionatori, in contrasto con la direttiva. Entrambe le sentenze liquidano la questione affermando che la direttiva non si applica ai consulenti abilitati in quanto non sono imprese d’investimento, ma agenti collegati. A tal fine invocano il considerando 101 della Mifid 2: “Le condizioni per l’esercizio di attività al di fuori dei locali dell’impresa d’investimento (vendita porta a porta) non dovrebbero essere disciplinate dalla presente direttiva”.

Limitare l’attività dei consulenti abilitati alla vendita porta a porta è riduttivo. Escludendo questi ultimi dall’ambito Mifid in quanto agenti collegati, secondo la motivazione di queste sentenze i consulenti autonomi e le Scf, che sono imprese d’investimento soggette a Mifid, dovrebbero, a contrariis, essere fuori dall’ambito di vigilanza discrezionale dell’Ocf. Il tribunale di Torino afferma invece che il potere sanzionatorio non è discrezionale. Su questo punto erra gravemente: l’art.180, par. 4 del regolamento intermediari indica letteralmente che l’Ocf, in luogo della sanzione ivi prevista, può disporre quella superiore o inferiore, usufruendo di un largo margine di discrezionalità. Il punto critico è che la legge italiana non è conforme alla direttiva. Occorre modificare la direttiva o la legge italiana

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, un ex bancario per rinforzare la Toscana

Consulenti, tra borse, Covid e Ucraina proviamo a fare ordine

Banca Mediolanum, appuntamento con la protezione assicurativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X