Banca Generali, la blockchain al servizio del fintech

A
A
A
di Redazione 12 Maggio 2022 | 14:33

Evoluzione dei pagamenti, token e smart contracts sotto i riflettori al Salone del Risparmio per un futuro degli investimenti che è già qua: questi i temi al centro della tavola rotonda organizzata questa mattina da Banca Generali. Una tavola rotonda che ha guardato al futuro, ma anche al presente, mixando le esperienze di un parterre di ospiti di primo piano. Accanto al guru digitale Marco Montemagno, si sono alternati sul palco l’Ad di Banca Generali, Gian Maria Mossa, il fondatore di Illimity Bank, Corrado Passera, la VP of Growth di Remote, Elisa Rossi, e l’Head of Digital dell’A.C. Milan, Lamberto Siega. E proprio il Milan è la testimonianza di come il boom di opportunità e investimenti che arrivano dalle evoluzioni tecnologiche possa rappresentare un valore aggiunto per industrie molto lontane, almeno appartentemente, da quelle del risparmio. Sempre più società sportive stanno infatti ricorrendo allo strumento dei token, trend che non può più passare inosservato come ha evidenziato lo stesso Mossa: “Dobbiamo abituarci a parlare sempre più spesso di token. Per questo noi come Banca Generali stiamo provando a portare nel sistema un primo sistema si pagamento token in Blockchain con convertibilità vera 1:1 con l’euro reale. La partnership con Conio è per noi una forte leva per fornire alla clientela soluzioni per rendere interscambiabile la valuta reale con quella digitale”. 

Un trend confermato anche da Passera: “La tokenizzazione e le sue forme rappresentano una occasione storica imperdibile per il mondo bancario, poiché consentono di creare modalità di scambio e utilizzo senza precedenti. Serve però grande attenzione, ad esempio su tutta la sfera AML e sull’apertura al retail”. 

La crescita del settore dei token e della finanza decentralizzata sta attirando non solo i clienti finali, ma anche ovviamente il mondo del private equity. Una crescita confermata anche da Elisa Rossi, VP of Growth di Remote, società americana con oltre 1000 talenti operativi in remoto da ogni parte del mondo e 30miliardi di asset per operazioni di investimento: “Nel 2021 i fondi di Venture Capital han cercato occasioni di investimento guardando a due direttrici ben precise, ovvero sostenibilità e scalabilità della Blockchain. Oggi più che mai soprattutto la sostenibilità energetica è importante. Siamo in un contesto globale di crisi energetica e i consumi di alcune applicazioni blockchain non sono compatibili con gli investimenti. Quei progetti digitali in grado di minimizzare gli impatti ambientali sono destinati a trionfare”. 

Trionfo che è alle porte sportive per il Milan, squadra che oltre che sul campo di gioco si sta rivelando vincente anche su quello dei token e degli Nft: “Il Club è molto attivo e determinato a sviluppare iniziative nei mondi NFT e Fan Token. In ambito NFT abbiamo realizzato varie iniziative benefiche in collaborazione con Fondazione Milan e i nostri partner tecnologici, tra cui la virtualizzazione NFT in 3D di una maglia recuperata in SUD Sudan ed oggi esposta oggi al Museo di Casa Milan e il lancio della NFT Collection “Born to Lead” in edizione limitata, che celebrano le imprese epiche e i momenti iconici della storia rossonera. Crediamo che l’innovazione digitale in questi campi sia una priorità nel rafforzare la relazione e l’engagement con i nostri tifosi, soprattutto quelli più giovani” ha dichiarato Lamberto Siega.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, utile oltre ogni aspettativa

Consulenti: il futuro digitale del risparmio e il bisogno di consulenza

Banca Generali, prosegue il filotto della raccolta

NEWSLETTER
Iscriviti
X