Consulenti, come essere “quelli giusti” per i clienti

A
A
A
di Redazione 20 Maggio 2022 | 10:39

Come scegliere il consulente finanziario giusto? Come fidarsi – e affidarsi – di qualcuno che avrà il compito di gestire i propri risparmi e investimenti?  Quella del consulente, quindi, è una figura sempre più importante e fondamentale nella vita di tanti, per ottimizzare quanto più possibile il proprio business.

Chi è il consulente finanziario?

Il consulente finanziario è un professionista che studia i mercati finanziari e fornisce la sua consulenza circa le migliori soluzioni d’investimento, spiegando ai clienti tutti i possibili vantaggi, costi e rischi relativi alle varie alternative proposte dagli istituti di credito, dalle banche o dalle società d’intermediazione immobiliare.

Gli interessi di un consulente finanziario sono strettamente legati a quelli del cliente, in quanto più cresce il portafoglio di quest’ultimo, più cresce il guadagno del professionista.

L’identikit del buon consulente finanziario tiene in considerazione, in primis, l’efficienza e la professionalità. Deve saper svolgere la sua attività in maniera ottimale, garantendo un’assistenza continuativa e presente nel tempo, per assicurare ai clienti la massima tranquillità. Soprattutto, in un settore in continuo cambiamento e movimento come quello finanziario, essere sempre sul pezzo circa le novità risulta fondamentale, in modo da poter consigliare le strategie migliori da adottare per evitare di incorrere in truffe e ottimizzare i profitti.

Come scegliere quello giusto

Il modo migliore per trovare il consulente finanziario giusto è sicuramente quello di cercare di informarsi quanto più possibile sulle sue esperienze lavorative e sul suo curriculum. Bisogna accertarsi che il consulente finanziario sia abilitato attraverso l’iscrizione all’albo e le certificazioni rilasciate da enti o associazioni riconosciute. Ideale sarebbe anche contattare direttamente il professionista in questione, per parlarci, conoscersi ed eventualmente incontrarsi per un consulto, in modo da avere un’idea a 360 gradi sulla persona a cui stiamo per affidarci.

Una skill importante è quella della comunicazione dell’empatia. Il bravo consulente è in grado di ascoltare attentamente le reali esigenze del cliente e illustrare il piano finanziario personalizzato in modo chiaro e trasparente. Una comunicazione efficace si basa anche sulla capacità di trasmettere informazioni in modo limpido, adattando il proprio lessico al proprio interlocutore, il quale deve poter sentirsi libero di aprirsi cercando di trasmettere al consulente la propria situazione attuale, i suoi obiettivi e i suoi dubbi.

Infine la disponibilità e la reputazione del consulente possono essere un plus da non sottovalutare. Un consulente presente, con il quale è facile entrare in contatto e che facilita in tutti i modi la velocità e qualità delle comunicazioni con i clienti è senza dubbio preferibile rispetto ad uno difficilmente reperibile. Inoltre, un professionista che durante la sua carriera è riuscito a raccogliere la fiducia da parte dei suoi clienti è sicuramente molto più rassicurante.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X