Banca Mediolanum, la missione deve continuare

A
A
A
di Redazione 22 Giugno 2022 | 14:48

Si è svolta ieri la convention nazionale di Banca Mediolanum “Un segno nel tempo”, la prima dopo la scomparsa del fondatore Ennio Doris. Si è scelta una formula ibrida con il management live dagli East Stand Studios di Via Mecenate e, riunita in presenza in 13 location tra Italia, Spagna e Irlanda, una comunità di 9.000 persone tra Family Banker, manager e collaboratori collegati in streaming all’evento.  

Sono stati presentati nuovi prodotti nell’ambito del risparmio gestito, novità nell’area trading e un restyling dell’ambiente operativo per i banker per rendere più intuitiva ed efficiente la gestione del portafoglio del cliente.  

Stefano Volpato ha chiesto senza mezzi termini di prendere per mano l’Italia, ovvero prendersi cura di uno dei principali patrimoni del nostro Paese, il risparmio privato. 

La convention si è conclusa con l’appello dell’amministratore delegato Massimo Doris che ha esortato tutti a proseguire e completare il progetto e la missione iniziati 40 anni fa con Programma Italia da un manipolo di consulenti che avevano dato fiducia all’intuizione e all’idea rivoluzionaria e geniale del leader e fondatore Ennio Doris. Ennio Doris e quel manipolo di fondatori hanno dato vita a Banca Mediolanum, oggi significant bank a livello europeo, vigilata da BCE. Ma l’amministratore delegato ha ribadito che quello attuale è solo un traguardo intermedio, con la volontà di  lasciare “un segno nel tempo”. 

A latere, come da consuetudine, si segnala la presenza di grandi ospiti. Collegato dal Canada, Carlo Ancelotti, “The Only One”, ha parlato di leadership, della gestione della squadra, dei talenti e delle diversità. Collegato dall’Inghilterra, lo statista Tony Blair ha discusso con Vittorio Gaudio, direttore asset management development della Banca, di scenari geopolitici e mercati finanziari. 

Comune a tutta la convention guidata da Massimo Doris l’invito di sempre: imparare dalle lezioni del passato e tenere fermo lo sguardo al futuro, al lungo termine con ottimismo e fiducia. Il progresso fa il suo corso ed è insito nell’uomo la capacità di adattarsi ed evolvere. In sintesi il mantra di sempre: “C’è anche Domani”, quanto mai attuale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X